25/09/2017quasi sereno

26/09/2017quasi sereno

27/09/2017quasi sereno

25 settembre 2017

Mogliano

«Più treni per Venezia»

Il consigliere regionale Andrea Zanoni ha presentato in proposito un’ interrogazione a risposta immediata alla Giunta veneta

commenti |

PREGANZIOL / MOGLIANO - I collegamenti ferroviari e dei bus lungo la tratta tra Preganziol a Venezia sono sempre molto scarsi. I cittadini e l’Amministrazione Comunale da tempo lamentano problemi di mobilità pubblica chiedendo in particolare una maggiore frequenza dei treni.

“Gli abitanti di Preganziol – afferma il Consigliere Regionale Andrea Zanoni – continuano ad essere penalizzati da un servizio di trasporto pubblico assai carente da e per Venezia. La Regione dovrebbe intervenire nei confronti di Trenitalia per garantire maggiori collegamenti”.

Zanoni ha presentato in proposito un’ interrogazione a risposta immediata alla Giunta Regionale. “ La tratta Treviso Venezia è molto frequentata dai lavoratori ai quali si devono aggiungere i turisti. – aggiunge Zanoni - Infatti Preganziol è il terzo comune della Provincia per il numero di pernottamenti di turisti. Sono circa 90 mila l’anno e le corse di Trenitalia sono appena 82 contro le 116 da Mogliano”.

“I problemi riguardano anche la mancata integrazione ferro/gomma che di fatto complica e scoraggia l’utilizzo dei mezzi pubblici. Dal 2011 non esiste una linea unica da Treviso a Venezia, il cambio è obbligato a Preganziol, ma non è stato mai pensato e realizzato un biglietto o abbonamento unico comprendente anche Trenitalia. Per garantire un servizio adeguato occorre accelerare la realizzazione della metropolitana di superficie”.

“I pendolari però – conclude Zanoni – non possono aspettare in eterno che venga completata la metropolitana di superficie quindi chiedo alla Giunta di attivarsi per rafforzare i collegamenti da e per Venezia. Gli abitanti di Preganziol ed i turisti che vi pernottano non sono di Serie B”.

Gianfranco Vergani

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×