12 novembre 2019

Treviso

“Allerta fiumi causata del cambiamento climatico. Basta consumo del suolo”

Monocoltura del Prosecco, cementificazione, cave sono tra le cause del consumo di suolo che unito alle emissioni in atmosfera provocano i cambiamenti climatici

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

TREVISO – “Il clima si sta tropicalizzando: siccità ed eventi meteorici violentissimi al punto che le piogge intense superano i valori del nubifragio (30 mm/h) arrivando a 100 mm/h, una misura per la quale si è dovuto coniare il nuovo temine di bomba d’acqua”: a dirlo è Andrea Zanoni vicepresidente della commissione ambiente regionale dopo l’allerta fiumi di ieri che si è verificata repentinamente a pochi giorni da un’emergenza siccità.

Il clima sta cambiando rapidamente anche in Veneto e di conseguenza nella Marca dove ieri si è temuto il peggio quando l’Anas ha dovuto chiudere il ponte bailey a Ponte della Priula. Sulle ragioni del cambiamento climatico Zanoni, non ha dubbi: “In primo luogo c’è il consumo di suolo, con l’eccessiva antropizzazione data dalla cementificazione ma anche dalle monocolture come i vigneti che trasformano l’ambiente in maniera irreparabile, così come le cave, che si aggiungono all’assenza di misure davvero incisive per ridurre al massimo le emissioni di anidride carbonica e promuovere l’efficientamento energetico”.

Il consigliere regionale punta quindi il dito sulla maggioranza di governo: “I cambiamenti climatici sono una realtà con cui dovremmo già adesso fare i conti, anziché nascondere la testa sotto la sabbia, come la Giunta Zaia. L’uragano di fine ottobre 2018, con venti misurati fino a 214 km orari e danni per quasi due miliardi si somma al tornado che nel 2015 ha devastato la Riviera del Brenta. Un’emergenza che per la Regione non è tale, visto che a bilancio non ha messo un euro. Ma i temi collegati sono molteplici: dalla legge sul consumo di suolo a quella sulle cave, dal piano dell’energia a quello sulla tutela dell’aria, passando per la monocoltura del Prosecco, con la perdita di biodiversità e i rischi per la salute”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×