21 novembre 2019

Montebelluna

“Perché sono aumentate le tariffe cimiteriali?”

L’opposizione consiliare chiede alla maggioranza perché da quanto Contarina gestisce il servizio ci sono stati degli aumenti

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

MONTEBELLUNA – Una questione discussa più volte in consiglio comunale ma ora i consiglieri di minoranza hanno analizzato nel dettaglio i conti: “A fronte delle continue segnalazioni che da tempo riceviamo dai cittadini che incontriamo relative ad un aumento dell’onerosità del servizio cimiteriale e riguardanti la natura a volte eccessivamente formale del rapporto che Contarina ha con l’utenza abbiamo deciso di intervenire – affermano i consiglieri -. Nello specifico abbiamo verificato se quanto sostenuto dalle persone incontrate fosse vero, andando a leggere le nuove tariffe e studiandone l’evoluzione che hanno avuto a partire dal 2016. Inoltre, abbiamo controllato se per il comune, in seguito ‘’all’esternalizzazione’’ del servizio cimiteriale i costi siano diminuiti”.

Davide Quaggiotto, Loreno Miotto, Elisamaria Bressan e Silvio Tessari (Pd-Il Futuro è adesso), Francesco Bortignon e Fernanda Favotto (L’Alternativa Giusta) e Norma Marcuzzo (Gruppo misto) sono i firmatari della richiesta di chiarimenti indirizzata alla maggioranza, che aggiungono: “A fronte di tutto ciò abbiamo riscontrato un aumento delle tariffe. Infatti, le entrate di Contarina nel 2016 riguardanti il capitolo ‘’Tariffe da cessioni, rinnovi e operazioni cimiteriali” ammontavano a 161.261 euro mentre nel 2018 sono arrivate a toccare quota 364.973,67 euro.  Si aggiunge a questo quadro un dato individuato studiando l’ammontare di alcune tariffe riguardanti nuove concessioni e rinnovi cimiteriali, ed una di queste, presa a campione ossia quella inerente alle concessioni trentennali dei loculi a forno nella 2/3 fila ora ammonta a 2.560 euro mentre nel 2013 era di 1.749 euro”.

L’opposizione spiega poi di aver rilevato è che nonostante la gestione dei cimiteri ora non sia più a carico al comune, nel 2016 e nel 2017 il Comune di Montebelluna abbia dovuto pagare a Contarina una somma pari nel 2017 a 127.348,41€. Nel 2018 invece, anno in cui c’è stato un incremento delle tariffe, per il Comune si è verificata un’entrata pari a 116.772,00€. “La convenzione con Contarina prevede infatti che un suo eventuale deficit sia a carico del Comune, mentre un eventuale utile vada versato nelle casse comunali – precisano quindi i consiglieri -. Alla luce di questo quadro chiediamo quindi all’amministrazione il motivo di questo aumento notevole delle tariffe e dell’ampio attivo con cui Contarina ha chiuso il bilancio 2018”.

“Non è nostro interesse polemizzare, ma porre queste domande tecniche perché come consiglieri abbiamo il dovere di fornire delle risposte ai tanti cittadini che ci hanno posto il problema del costo del servizio cimiteriale e fare chiarezza a fronte degli interrogativi che la lettura di questi dati ha fatto sorgere – concludono i sette -. Tra l’altro un aumento del costo del servizio cimiteriale colpisce il cittadino in un momento delicato della propria vita, per questo riteniamo sia importante ricevere delle risposte chiare e circostanziate, in base alle quali sarà possibile svolgere un ragionamento complessivo sulla convenienza di tale convenzione, che già nel passato aveva destato perplessità sia all’interno della minoranza che della maggioranza. Infine, chiederemo anche un’analisi approfondita dei bilanci di Contarina, perché quelli a noi forniti erano in forma aggregata”.
 

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×