13/12/2017pioviggine

14/12/2017foschia

15/12/2017pioviggine

13 dicembre 2017

Vittorio Veneto

200 nuovi posti al Cesana, è ancora polemica tra Fregolent e l'amministrazione vittoriese

La discussione avverrà lunedì 11 dicembre, le parti si troveranno faccia a faccia

Roberto Silvestrin | commenti |

fregolent 200 posti cesana ordine del giorno

VITTORIO VENETO - Continua il braccio di ferro tra la presidente della Conferenza dei sindaci, Sonia Fregolent, e l’amministrazione vittoriese, a proposito dell’arrivo dei 200 nuovi posti al Cesana Malanotti. La polemica si è scatenata nelle scorse settimane, quando è emerso che la richiesta avanzata dalla casa di riposo poteva essere inserita solo in un nuovo piano di zona, quindi a partire dal 2019.

 

Oggi Fregolent ha specificato che la richiesta del Cesana verrà discussa comunque nel prossimo ordine del giorno della Conferenza dei Sindaci, che si terrà l’11 dicembre. “Il secondo punto all’ordine del giorno è “Non autosufficienza: situazione distretto di Pieve di Soligo”, un argomento che include anche le istanze dell’istituto Cesana Malanotti – ha reso noto il sindaco di Sernaglia - Sono abituata a fare quello che dico e avevo confermato al sindaco Tonon che il tema sarebbe stato affrontato nel Comitato dei Sindaci”.

 

Si era sparsa infatti in questi giorni la voce che i 200 posti al Cesana non erano stati nemmeno inseriti nel programma di discussione di lunedì. Giorno in cui le parti potranno discutere faccia a faccia: da una parte Fregolent, che sostiene che la normativa regionale impedisce l’accoglimento della richiesta dell’Ipab prima del 2019, dall’altra l’amministrazione vittoriese, che dichiara l’esatto contrario.

 

“Se si trattasse solo di mera volontà politica il precedente esecutivo, di cui il sindaco Tonon faceva parte, avrebbe potuto tranquillamente portare la proposta al comitato dei sindaci e fare in modo che venisse votata – ha dichiarato il presidente della Conferenza - Forse non lo ha fatto perché sapeva di non poterlo fare, ma ora è più facile cercare un capro espiatorio sul quale scaricare responsabilità, spostando il tutto sul piano politico.

 

Aspetto il sindaco Tonon e l’assessore Costa lunedì prossimo in Comitato dei Sindaci non con discorsi retorici ma con osservazioni puntuali sulla normativa che darebbe loro ragione; per mio conto la relazione che farò ai Sindaci avrà riferimenti regionali chiari”.

 

L’assessore Giuseppe Costa ha invece definito “pretestuosa” la volontà di posticipare l’accoglimento dell’istanza del Cesana: “L’iter è già abbastanza lungo, voler spostarlo nel tempo è poco simpatico. Ricordo che il vittoriese ha un indice di anzianità uguale a quello di Venezia”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.926

Anno XXXVI n° 22 / 14 dicembre 2017

LE NOVITA' DELL'ANNO CHE VERRA'

2018. Le novità dell’anno che verrà

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×