18 novembre 2019

Castelfranco

400 lap-dancer in nero, arrestato l'ex titolare Mille Lire. Indagato il socio trevigiano

Manette a Caserta. Nel mirino della Gdf il castellano Dal Pozzo

commenti |

commenti |

CASTELFRANCO - E' indagato anche Marco Dal Pozzo, 52enne di Castelfranco, nell'indagine portata avanti dalla Guardia di Finanza che, la scorsa notte, ha messo le manette ai polsi di Stefano Caserta, il "re della movida" veneta e friulana.

 

Il trevigiano Dal Pozzo è il socio di Caserta, 40 anni, bolognese, morto conosciuto per aver gestito noti locali notturni, dal Mille Lire di Cusano di Zoppola (poi ceduto ad altra gestione) al night "Parco delle Rose" di Pozzuolo del Friuli. L'indagine sui gestori dei locali era partita nel 2012, quando Caserta era titolare del Mille Lire. All'epoca, la finanza si era accorta che le banconote infilate negli slip delle ballerine e le mance non venivano registrate. I finanzieri hanno poi scoperto che 400 dipendenti, in gran parte lap-dancer, ma anche baristi e buttafuori, in questi anni avevano lavorato a nero.

 

Caserta è stato portato ieri in carcere a Pordenone con l'accusa di aver sottratto all'erario redditi per 3 milioni, oltre ad aver evaso Iva per 850mila euro e imposta sugli intrattenimenti dal vivo per altri 750 mila euro. Nella giornata di ieri le Fiamme gialle hanno inoltre messo i sigilli a due terreni, a 27 appartamenti, garage, villette sparse tra la provincia di Pordenone, Treviso, Bologna, Ferrara, Trieste e Milano.

 

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×