12/12/2017pioviggine

13/12/2017coperto

14/12/2017nuvoloso

12 dicembre 2017

Nord-Est

"Il 44% dei contributi della Regione sono andati a Belluno"

commenti |

belluno 44% contributi regionali

BELLUNO - “Imbarazzanti le dichiarazioni di Roffarè, che sembra non sapere che secondo un recente studio della Cgia di Mestre l'82% dei tributi sono incassati dallo Stato e non dalla Regione e che negli ultimi anni Regioni, Province e Comuni sono state accomunate da un ugual destino: tagli statali lineari”.

 

Con queste parole, l’assessore regionale bellunese Gianpaolo Bottacin commenta le dichiarazioni del segretario della Cisl di Belluno-Treviso in merito alla vicenda del passaggio di Sappada in Friuli. “È bene ricordare a Roffarè – incalza Bottacin - che negli ultimi 10 mesi, ben il 44% dei contributi erogati dalla Regione Veneto sono finiti a Belluno, che il 35% dei fondi del Psr sono destinati alla montagna, che è appena stato fatto un bando per gli alberghi di montagna con una posta in gioco identica a quella per gli alberghi di pianura (che sono molti di più), che nella difesa del suolo viene destinato al bellunese il 40% della somma totale prevista dalla Regione, che la sanità di montagna riceve un 20% in più pro-capite rispetto a quella di pianura e potrei continuare a lungo”.

 

“Nel contempo lo Stato ha solo tagliato tagliato tagliato – prosegue l’Assessore veneto – ma Roffarè parla di fare squadra a livello territoriale oltre il colore politico e poi si contraddice andando contro l'ente territoriale Regione. Risulta evidente che lo fa solo per motivi politici e mi dispiace. Non creda però che ripetere come un disco rotto che la causa di tutto è sempre e comunque Venezia riesca a convincere la gente.

 

I cittadini dei comuni secessionisti referendari, di pianura e di montagna, vogliono andare nelle regioni a statuto speciale. Nessun comune del Veneto mi risulta che voglia andare in Emilia o in Lombardia. Così come nessun comune vuole spostarsi dal bellunese al trevigiano”. “Evidentemente – conclude Bottacin .- la gente ha capito che se la torta economica per il Veneto diventasse più grande, anche la fetta per la montagna potrebbe crescere. Ma non in caso contrario. Ecco perché è stato fatto il referendum per l'autonomia”.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.926

Anno XXXVI n° 22 / 14 dicembre 2017

LE NOVITA' DELL'ANNO CHE VERRA'

2018. Le novità dell’anno che verrà

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×