26/09/2018sereno con veli

27/09/2018sereno

28/09/2018sereno

26 settembre 2018

Oderzo Motta

Accoltellò la ex, l'Appello riduce la sentenza

I fatti avvennero nel maggio 2016 in un'abitazione di via Ronche a Ponte di Piave

commenti |

Accoltellò la ex, l'Appello riduce la sentenza

PONTE DI PIAVE - Ad inizio maggio 2016 ferì alla gola e al volto l’ex moglie, rischiando di ucciderla.

I fatti avvennero in via Ronche a Ponte di Piave: protagonista un 57enne operaio albanese che per quell’episodio venne condannato a otto anni e otto mesi.

La Corte d’Appello di Venezia ha parzialmente ridotto la sentenza, da otto anni e otto mesi a 7 anni di reclusione.

L’operaio è stato anche condannato al pagamento di 50 mila euro alla parte civile, come segnala oggi la Tribuna.

Il fatto avvenne al pianterreno dell’abitazione dei due coniugi, in lite per la divisione dei beni.

A causa di un raptus di follia, l’uomo colpì l’ex moglie che scappò dai vicini. Sul posto giunsero Carabinieri e ambulanza del Suem per le prime cure.

Oggi dunque la sentenza del secondo grado di giudizio in Corte d’Appello.

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×