26/06/2019sereno

27/06/2019sereno

28/06/2019quasi sereno

26 giugno 2019

Nord-Est

Accusa un malore e muore mentre va dal medico in bicicletta

commenti |

VERONA - E' stata disposta per martedì prossimo l'autopsia all'ospedale di Legnago per un 73enne di Nogara (Verona), Arnolfo Egisto Volponi, che dopo essersi sentito male è morto mentre andava in bicicletta dalla Guardia medica nella notte di San Silvestro. Si tratta di una vicenda sulla quale la Procura scaligera ha aperto un fascicolo per accertare eventuali responsabilità nel decesso da parte dei sanitari.

 

Si vuole verificare, in particolare, se la morte di Volponi poteva essere evitata soccorrendolo in tempo. L'anziano, come riferiscono i quotidiani locali, aveva accusato un malore e chiamato i sanitari del Suem 118 e poi la Guardia medica di Nogara, riferendo in particolare di una tosse insistente e sottolineando il suo stato di cardiopatico.

 

Il medico non avrebbe dato la disponibilità per raggiungerlo a casa, non ritenendo la situazione grave, suggerendogli di chiedere l'intervento di una ambulanza. L'anziano aveva invece deciso di inforcare la bicicletta per andare di persona alla Guardia medica ma a poche centinaia di metri dall'ambulatorio è crollato, morendo per infarto.

 

L'uomo, secondo quanto ricostruito dalla Procura, aveva festeggiato il Capodanno con amici e una volta a casa chiamato prima il 118, accennando alla forte tosse e a una sensazione di disagio, ma i sanitari di turno lo avevano dirottato alla Guardia medica. Proprio il medico dell'ambulatorio che ha ricevuto la chiamata e che ha detto di non potersi muovere è, al momento, l'unico iscritto dalla Procura nel registro degli indagati con l'ipotesi di reato di "omissioni in atti d'ufficio" e "morte derivata da altro reato".

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×