21/11/2017foschia

22/11/2017quasi sereno

23/11/2017variabile

21 novembre 2017

Nord-Est

Agenti si fingono giornalisti e catturano una latitante

commenti |

MILANO - Per catturare una latitante che doveva scontare 4 anni di carcere, gli agenti del commissariato di Quarto Oggiaro, a Milano, si sono finti giornalisti interessati a farle un'intervista sul tema della pulizia e della salubrità degli ambienti industriali.

 

Argomento da lei ben noto visto che la condanna si riferiva proprio a una bancarotta fraudolenta relativa a una società di pulizie. G.B., di 66 anni, era latitante da circa 4 anni e intanto gestiva il blog "Giovanna risponde" su un forum di pulizie.

 

La squadra Catturandi del commissariato diretto da Antonio D'Urso (una squadra formata da 3-5 agenti che negli ultimi mesi ha catturato oltre 20 latitanti) ha letto che scriveva di una fiera che si terrà a Verona a fine maggio e le hanno scritto un messaggio spacciandosi per redattori di un sito interessati a un'intervista.

 

La donna ha accettato e si è presentata all'indirizzo della finta redazione, che in realtà era un ufficio affidato gratuitamente da una società ai poliziotti. Quando si è presentata, gli agenti in giacca e cravatta l'hanno arrestata.

 

Oltre ai 4 anni di carcere è stata condannata a 10 anni di interdizione dai pubblici uffici.

 

Si è scoperto che viveva con il compagno in un camper nel campo nomadi di Mezzago.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.925

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×