18 novembre 2019

Vittorio Veneto

Agenzia delle entrate, trasferimento bloccato

Per il Tar la soppressione non è leggitima: udienza il 10 ottobre

commenti |

commenti |

VITTORIO VENETO - Trasferimento sospeso, almeno fino al 10 ottobre. La sede di Vittorio Veneto dell'Agenzia delle entrate rimane attiva ancora per un po'. Il trasferimento previsto per il 23 settembre, infatti, a seguito del ricorso presentato dall’Ufficio Legale del Comune è stato sospeso fino al 10 ottobre 2013, giorno fissato per l’esame della controversia in camera di Consiglio.

 

Così ha deciso il Tar Veneto dopo che l’ufficio legale ha eccepito che la soppressione dell’ufficio per il contenimento della spesa stata per spending review non sarebbe legittima e giustificata in quanto il Comune si era reso disponibile ad assumere tutte le spese di gestione dell’immobile. Da ricordare la riduzione dell’affitto stabilita dalla Giunta proprio a seguito della richiesta specifica dell’Ufficio Regionale delle Entrate. Non ci sarebbe dunque nessun altro onere oltre al personale che sarebbe stato trasferito a Conegliano e rimasto comunque in carico al Ministero. Il Comune aveva impugnato il provvedimento del Ministero del 23 luglio 2013 che indicava esattamente la data di chiusura.

 

“E’ stato un primo buon risultato – afferma il sindaco Gianantonio Da Re – e speriamo che in Camera di Consiglio venga valutata bene la questione: l’ufficio serve un bacino di oltre centomila utenti, che sarebbero altrimenti costretti a gravi disagi per andare in altri uffici, nel caso venisse confermata la decisione di sopprimere la sede di Vittorio Veneto”.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×