17 novembre 2019

Vittorio Veneto

Alì si è comprata l'ex Carnielli, arriva un supermercato in centro a Vittorio Veneto

Claudia Borsoi | commenti |

Claudia Borsoi | commenti |

VITTORIO VENETOAlì spa è il nuovo proprietario dell’ex Carnielli. L’azienda padovana della grande distribuzione oggi, martedì, si è ufficialmente aggiudicata l’area di via Dante.

 

«Siamo consapevoli di aver raccolto una sfida importante con l’area dell’ex Carnielli, diamo la nostra disponibilità per realizzare un intervento di recupero che tenga anche conto dell’archeologia industriale e che valorizzi il fiume Meschio. Siamo pronti a collaborare con l’amministrazione comunale, le istituzioni e la cittadinanza» afferma Francesco Canella, presidente e fondatore di Alì (in foto sopra).

 

L’area di via Dante si appresta a risorgere secondo l’accordo votato dal consiglio comunale lo scorso agosto. Area residenziale fino a 3mila metri quadrati, 6.900 metri quadrati di commerciale, dunque spazio anche per un punto vendita di Alì che in zona non è presente e che riporterà così, dopo la chiusura della Coopca, un supermercato in centro città.

 

Entro 180 giorni Alì dovrà presentare in comune la domanda di trasformazione urbana ed edilizia del compendio, lavori che potranno partire solo quando la bonifica da cromo e da eternit dell’area sarà avviata. Prevista dall’accordo anche la realizzazione di spazi idonei alla socializzazione, come percorsi ciclopedonali e aree verdi, oltre a parcheggi alberati. Di pari passo dovranno essere recuperati alcuni elementi di archeologia industriale.

 

«Alì è un’azienda Veneta, legata al territorio dove è nata e cresciuta dal 1971 ad oggi, crediamo nel Veneto e nelle capacità imprenditoriali di questa Regione – afferma Canella che guida 112 punti vendita tra Veneto ed Emilia Romagna -. Negli ultimi anni abbiamo accettato diverse sfide, da ultima la realizzazione del punto vendita di Onè di Fonte dove abbiamo realizzato una struttura completamente green. Alì crede profondamente nel rispetto dell’ambiente, impegnandosi a costruire opere sostenibili, e aiuta le diverse attività sociali presenti nelle comunità locali. Negli ultimi anni ha raggiunto e superato il traguardo del 10.000 alberi messi a dimora in Veneto ed Emilia Romagna, dove è presente con i propri punti vendita. Pertanto, seguendo questi valori, è intenzione dell’azienda realizzare nell’area di Vittorio Veneto un intervento di qualità per contribuire ad un paesaggio urbano e naturale segno di una città di nobile tradizione».

 

L’ex Carnielli della fallita Cerfim era finita all’asta il 12 giugno con un prezzo base di 50mila euro. Rilancio dopo rilancio se l’è aggiudicata Alì, pare per una cifra tra i 500mila e il milione di euro.

 



Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×