28/04/2017temporale e schiarite

29/04/2017quasi sereno

30/04/2017quasi sereno

28 aprile 2017

Al via l'assegno di ricollocazione per i disoccupati, da mille a 5mila euro

Al via la fase sperimentale dell’assegno di ricollocazione, lo strumento messo a disposizione dal Jobs Act per aiutare i disoccupati nella ricerca di un nuovo impiego. In queste ore l’Anpal sta inviando le lettere per circa 30mila destinatari, individuati tra i percettori di Naspi (Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego) da almeno 4 mesi, che avranno a disposizione un buono fino a un massimo di 5.000 euro per usufruire di servizi di assistenza intensiva alla ricollocazione, presso un centro per l’impiego o un’agenzia per il lavoro accreditata. L’assegno non viene erogato direttamente all’utente ma agli operatori, attraverso un meccanismo fortemente incentivante, perché l’operatore sarà retribuito solo a risultato raggiunto, cioè alla firma di un contratto di lavoro. L’intervento ha una durata di sei mesi, prorogabile per altri sei nel caso non sia stato consumato l'intero ammontare dell’assegno di ricollocazione.

“L’assegno di ricollocazione – dichiara il presidente Anpal Maurizio Del Conte – è la prima misura nazionale di politica attiva e rappresenta per il nostro Paese un radicale cambio di prospettiva. Non si tratta di un sussidio alla disoccupazione, bensì di un buono per accedere a un percorso personalizzato di accompagnamento al lavoro, seguito da un tutor dedicato. Con l’avvio concreto di questa iniziativa l’Anpal entra nel vivo delle sue attività”.

L’assegno di ricollocazione prevede da 1.000 a 5.000 euro in caso di risultato occupazionale con contratto a tempo indeterminato, mentre la cifra si dimezza in caso di contratto a termine, che deve comunque avere una durata di almeno 6 mesi. L'ammontare è graduato in funzione del profilo personale di occupabilità: maggiore è la difficoltà di reinserire il disoccupato nel mercato del lavoro più alto sarà l’assegno. I 30mila soggetti coinvolti nella fase sperimentale, che permetterà di testare il funzionamento della misura, sono stati scelti mediante campionamento stocastico.

 



Loading...

Commenta questo articolo



vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Una famiglia su 10 in grave difficoltà economica in Italia. Di chi è la colpa?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.912

Anno XXXVI n° 8 / Giovedì 27 aprile 2017

DON ROMUALDO CAPPELLANO DEI CIRCHI D'ITALIA

Don Romualdo. Il prete (circense) più anziano della diocesi. Cappellano dei circhi di tutta Italia, parroco degli operai, zarlatan de Zeneda. Monsignor (ma non chiamatelo così!) Baldissera ha 96 anni.

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×