23/10/2017sereno con veli

24/10/2017quasi sereno

25/10/2017sereno con veli

23 ottobre 2017

Agenda

ALESSANDRA AITA, sculture luminose.

Personale dell'artista Aalessandra Aita alla Barchessa Villa Quaglia di Treviso

Mostre

quando 14/10/2017
orario Dalle 17:30 alle 21:00
dove Treviso
Web Art mostre, barchessa Villa Quaglia, Viale XXIV maggio 11, Treviso
prezzo Ingresso libero
info tel 0422 430584 webartmostre@gmail.com
organizzazione Web Art mostre
sito web https://goo.gl/v5HFjN

Sabato 14 ottobre alle ore 17.30, nelle sale di Web Art mostre alla Barchessa Villa Quaglia a Treviso, sarà inaugurata la mostra dal titolo 'Sculture luminose' di Alessandra Aita, artista vincitrice del 1° Premio ad ARTE FIERA DOLOMITI 2015.

Introduzione di Franco Fonzo e presentazione critica a cura Ivan Buttazzon.

Per realizzare le sue opere Aita usa principalmente pezzi di legno che lei stessa ricupera in riva alla mare o agli argini dei fiumi. Il legno che riesce a trovare è un materiale la cui pelle è lavorata e logorata dalla scorrere del tempo. Attraverso l'interazione con l'aria, l'acqua e il vento, ogni pezzo di legno è diverso dall'altro e per tanto unico, e dalla loro assemblazione nascono anche le sculture di Aita, uniche e irripetibili. Il legno la affascina e la ispira così come l'amore per la natura, per le sue forme, i suoi colori e per la forza che riesce a trasmettere. Insieme al legno, in molte sculture troviamo l'uso della luce che essa interpreta come fonte di speranza, forza e energia e ci spinge a liberarla perché insita in ognuno di noi. 

L'arte per Alessandra Aita è una costante ricerca, non solo materica, ma anche interiore; nella sua azione creativa si lascia trascinare dai stati d'animo alternando momenti di gioia e soddisfazione ad attimi di sofferenza e di disonore. Un cammino di crescita continuo, non privo di ostacoli, che porta alla luce ciò che ogni artista ha di più intimo e irrisolto, la sua opera d'arte.

 La mostra resterà aperta dal 14 al 26 ottobre

 LUOGO DELA MOSTRA:

WEB ART - BARCHESSA VILLA QUAGLIA
Viale XXIV Maggio 11 - Treviso - tel 0422 430584
www.webartmostre.it - www.galleriawebart.com

 

Orari di apertura:

feriali dalle 15,00 alle 19,00

Chiuso il Lunedì

INGRESSO LIBERO

 

Breve presentazione dell'artista a cura dello storico dell'arte Ivan Buttazzon

Il Corpo e la Luce, è questa la tematica fondamentale che la scultrice buiese Alessandra Aita ci presenta nella sua produzione artistica. Le sue sculture di legno, nate dall'assemblaggio di materiali di recupero ritrovati lungo i fiumi, sono figlie del tempo. Il legno logorato e consumato dagli elementi dà forma a splendide composizioni solenni ed enigmatiche. Questi corpi di legno consumati dal tempo hanno un fascino materico primordiale che ricorda la scultura primitiva. Corpi calcificati, ridotti a ossa, come fossili, esibiscono un esoscheletro rigido e coriaceo. Essi sono come cadaveri antichi recuperati da scavi archeologici. Ma dentro questi corpi avviene qualcosa di prezioso e incantevole, nella loro interiorità possiamo infatti osservare il dipanarsi del miracolo della vita. Le sculture sono infatti “animate” da una fonte di luce che riscalda e resuscita la morta materia per creare delle
creature viventi. Il nucleo di luce mistica di queste sculture si irradia in modo magistrale, creando fra le fessure del legno effetti di chiaroscuro incisivi e cangianti.
E' il gioco della materia che occulta lo spirito e dello spirito-luce che, possente, travalica e trascende la materia per esprimersi liberamente e riversarsi nel mondo. Le lampade che Alessandra Aita costruisce con il medesimo procedimento sono lampade spirituali, che convogliano e accompagnano la profusione della luce spirituale nell'ambiente. Il tutto è pura meraviglia, lo spettacolo della vita che si manifesta attraverso e oltre la materia nel modo più intimo e commovente.
Ivan Buttazzon



Altri Eventi nella categoria Mostre

05/09/2017 5 settembre - 31 ottobre 2017 (22 settembre ore 18 brindisi all'Arte) - Hotel Savoia & Jolanda a Venezia

Debora Basei - #dadavenice

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×