16/08/2018quasi sereno

17/08/2018sereno

18/08/2018quasi sereno

16 agosto 2018

Calcio

Alessio Romagnoli e Daniele Rugani: fondamentali per il futuro della difesa della nazionale

Calcio

Dopo la mancata qualificazione ai Mondiali di quest’anno, si è parlato tanto del futuro di alcuni dei veterani della nazionale. Gianluigi Buffon, Giorgio Chiellini e Daniele De Rossi si sono tutti ritirati dalla scena del calcio internazionale dopo la sconfitta contro la Svezia ai play-off per i Mondiali.

 

Nonostante l’Italia quest’estate non gareggerà ai Mondiali, puoi comunque scommettere sul continente vincitore. Le Scommesse Coppa del Mondo 2018 vedono l’Europa vincitrice a 4/11.

 

Per anni è stato difficile rimpiazzare in nazionale Alessandro Nesta e Fabio Cannavaro, due difensori centrali che hanno avuto un ruolo fondamentale nella vittoria ai Mondiali del 2006. La ricerca potrebbe finalmente concludersi grazie al milanista Alessio Romagnoli e allo juventino Daniele Rugani, una coppia di giovani difensori che si stanno creando un nome nel mondo del calcio. Noi abbiamo analizzato la loro ascesa.

 

1) Alessio Romagnoli

 

Dopo il trasferimento dalla Roma nella stagione 2014/2015, Alessio Romagnoli ha trovato il suo posto al centro della difesa del Milan.

 

Nel corso di queste tre stagioni al Milan, Romagnoli ha giocato al fianco di Philippe Mexes, Mateo Musacchio e Leonardo Bonucci, leggende della difesa da cui non può che aver imparato tanto. Con 89 presenze in Serie A, Bonucci è chiaramente un elemento fondamentale per il Milan nell’ambito della loro scalata verso la cima del campionato.

 

Il suo giovane talento gli è valso un paragone con l’ex difensore milanista Alessandro Nesta, che è lui stesso uno dei modelli di riferimento di Romagnoli. Se il giovane difensore riuscirà a ad essere all’altezza del suo idolo, la nazionale avrà possibilità concrete di tornare a splendere.

 

2) Daniele Rugani

 

Il compagno di nazionale Daniele Rugani è una delle star della Juventus ad avere davanti a sé un futuro glorioso con il club.

 

Nonostante abbia collezionato solo 54 presenze in Serie A nelle ultime tre stagioni, ha comunque vinto tre double di fila, avendo conquistato sia lo scudetto che la Coppa Italia nelle ultime tre stagioni.

 

Con una difesa “anziana” che vede il 31enne Medhi Benatia, il 33enne Giorgio Chiellini e il 37enne Andrea Barzagli, il 23enne Rugani è il giocatore ideale attorno a cui la Juventus può costruire la sua difesa.

 

Fino ad ora ha collezionato 7 presenze in nazionale, di cui solo due sono finite con una sconfitta, il che denota un elemento di stabilità dato da Rugani alla difesa.

 

La prossima stagione sarà fondamentale per Rugani. Se riuscirà ad affermarsi come uno dei migliori difensori centrali della Juventus e a continuare a vincere titoli, la sua sicurezza continuerà a crescere e Rugani diventerà il giocatore di cui la nazionale ha bisogno.

 

La mancata qualificazione della nazionale ai Mondiali potrebbe essere uno stimolo per fare meglio nei prossimi tornei.

 

Se Roberto Mancini, attuale allenatore della nazionale, riuscirà a costruire il suo team attorno ad un forte reparto difensivo che includa anche Romagnoli e Rugani così come il probabile successore di Buffon, il milanista Gianluigi Donnarumma, la nazionale avrà sicuramente il potenziale per tornare ad essere campioni del mondo. Sei d’accordo sul fatto che questi due giocatori potrebbero essere i migliori difensori centrali della nazionale in futuro? Facci sapere qui giù.

 

Altri Eventi nella categoria Calcio

Un Treviso in palla vince a Feltre
Un Treviso in palla vince a Feltre

Calcio

Ottima prova del trio d’attacco Caseres, Scarpa e Garbuio tutti e tre in gol nell'amichevole giocata in trasferta

Un Treviso in palla vince a Feltre

TREVISO - Un Treviso molto più pimpante rispetto a sabato, gioca a Rasai un’ottima partita e meritatamente conquista la vittoria che fa morale.

Calcio

Il Comune annuncia la concessione della struttura sportiva alla squadra Acd Treviso

Lo stadio Tenni al Treviso

TREVISO - Tale concessione avrà a oggetto la riqualificazione, la rigenerazione e la gestione dello stadio comunale

mister Francesco Feltrin
mister Francesco Feltrin

Calcio

La squadra trevigiana, dopo la retrocessione di maggio, è stata riammessa al massimo campionato dilettantistico. Sarà l'unica rappresentante della Provincia

Il Montebelluna ripescato in Serie D

MONTEBELLUNA - Il Montebelluna è in serie D: è arrivata ieri l’ufficialità. La squadra, guidata oggi da mister Francesco Feltrin, era reduce dalla retrocessione dello scorso maggio.

Commenta questo articolo


Le società Sportive

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×