21/10/2018pioggia debole

22/10/2018sereno

23/10/2018sereno con veli

21 ottobre 2018

Mogliano

Anche a Mogliano al via il nuovo censimento della popolazione e delle abitazioni

Col censimento permanente si prevede una riduzione dei costi di circa il 50% rispetto ai precedenti, contenendo il "disturbo statistico" sulle famiglie

commenti |

il centro di Mogliano

MOGLIANO - Al via anche a Mogliano Veneto, col primo ottobre, il nuovo censimento permanente della popolazione e delle abitazioni, che da decennale diventa annuale.

Il nuovo censimento produrrà annualmente i dati di base per comprendere e intervenire più efficacemente sulla soddisfazione dei bisogni degli individui e delle famiglie nelle diverse fasi della vita e per programmare e gestire i servizi sul territorio.

La rilevazione si articola in tre fasi distinte; ciascuna delle quali, sebbene sia strettamente connessa con la fase successiva, si configura come una rilevazione a sé stante.

Nella prima fase, iniziata l’1 ottobre, viene svolta una ricognizione preliminare dell’area di rilevazione e verifica del territorio. Il rilevatore, fornito dell’elenco di indirizzi/sezioni campione, effettua una prima ricognizione finalizzata a conoscere il territorio, verificare e validare gli indirizzi/sezioni assegnati/e, affiggere le locandine, distribuire le lettere informative nelle cassette postali.

La successiva seconda fase sarà svolta porta a porta, e prevede che il rilevatore si rechi presso gli indirizzi scelti a campione e già validati nella prima fase, per intervistare tutte le persone che vi abitano abitualmente. Nella terza fase, conclusa la rilevazione del porta a porta, saranno effettuate verifiche presso gli uffici comunali e sul territorio al fine di sanare eventuali incongruenze emerse in fase di validazione automatica dei dati.

Gli indirizzi sono stati estratti in maniera casuale dal Registro Statistico degli Indirizzi dell’Istat. In tale registro sono stati caricati gli indirizzi provenienti dall’Archivio Nazionale dei Numeri civici delle Strade Urbane, realizzato dall’Istat e dall’Agenzia delle Entrate e popolato dai Comuni, ma anche gli indirizzi contenuti nelle Liste Anagrafiche Comunali (LAC) e nell’Anagrafe Tributaria. La rilevazione Areale coinvolge circa 2.800 Comuni ogni anno a partire dal 2018 fino al 2021, di questi, 1.143 sono coinvolti annualmente, mentre gli altri soltanto nell’anno di estrazione del Comune, a rotazione.

Alle famiglie campione saranno richieste informazioni sugli individui (genere, età, luogo di nascita, cittadinanza, formazione, titolo di studio, condizione professionale, tipo di lavoro svolto, mobilità) collegandole con quelle familiari (ad esempio numero di componenti, le loro caratteristiche e quelle dell’abitazione in cui vivono) e con quelle relative al territorio (luogo di residenza): dal benessere dei singoli cittadini e delle famiglie dipende il benessere sociale. Altro importante fattore riguarda la mobilità: le informazioni sugli spostamenti quotidiani per motivi di lavoro e studio permetteranno di operare per migliorare i sistemi di trasporti.

Col censimento permanente si potranno ridurre i costi di circa il 50% rispetto ai precedenti, contenendo anche in maniera sensibile il disturbo statistico sulle famiglie. Contribuirà al miglioramento sostanziale dei registri anagrafici e al rafforzamento sistematico dell’apparato statistico organizzativo dei comuni. Il nuovo Censimento, infine, permette ai Comuni di creare e gestire una rete permanente di rilevatori sempre più qualificata e di consolidare la funzione statistica nell'ambito delle singole realtà istituzionali.

Per eventuali informazioni o chiarimenti è possibile contattare l'Ufficio Comunale di Censimento istituito presso l'ufficio Anagrafe del Comune di Mogliano Veneto al n. 0415930707.

 

Leggi altre notizie di Mogliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Mogliano
vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.944

Anno XXXVII n° 18 / 18 ottobre 2018

UNA FAMIGLIA SPECIALE

La famiglia speciale di Susanna e Tarcisio, che hanno accolto in casa Lucio e Antonio, gemelli cerebrolesi, Linda, neonata disabile, Eleonora, Manuela e Marco, facendoli diventare loro figli. Nonostante ne avessero già quattro…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×