19/07/2018sereno

20/07/2018possibile temporale

21/07/2018possibile temporale

19 luglio 2018

Altri sport

Andrea e Natascia, quando il rally si colora di rosa

A Ca’ del Poggio la presentazione ufficiale dell’equipaggio formato da due sorelle trevigiane che si preparano ad affrontare il Raceday Rally Terra con una Renault Clio N3

Altri sport

Andrea e Natascia, quando il rally si colora di rosa

SAN PIETRO DI FELETTO – Alle sfide a tutto gas sono abituate. Ora, però, la loro passione per i motori è pronta a fare un salto di qualità: due sorelle trevigiane, Andrea Dotta e Natascia Freschi, si preparano a partecipare al Raceday Rally Terra, la più importante rassegna italiana fuoristrada.

Guideranno una Renault Clio, N3 targata scuderia Sport & Comunicazione e logata Ca’ del Poggio. Un’auto con 200 cavalli di potenza, che Andrea e Natascia stanno imparando a domare.

Andrea Dotta - Natascia Freschi sarà l’unico equipaggio interamente femminile a lanciare la sfida in un mondo dei motori in cui le donne sono in netta minoranza. Andrea, 22 anni, di Colle Umberto, è la pilota. Natascia, 35 anni, di Orsago, vestirà i panni del navigatore. Il rally, per entrambe, è una grande passione, da coltivare nei momenti liberi.

Andrea, cuoca a Ca’ del Poggio, a San Pietro di Feletto, dove oggi è stata presentata l’iniziativa, si è avvicinata al mondo delle quattro ruote, dopo una felice esperienza nel motocross e nel trial, dove ha mietuto vittorie a raffica. Lasciate le due ruote, si è dedicata all’autocross e la naturale evoluzione di questa passione è stato l’ingresso nel mondo del rally.

Natascia, commessa in un negozio a San Vendemiano, al pari della sorella, respira l’atmosfera dei motori sin da quando era ragazzina. Dal 2006 è navigatore e, avendo accumulato notevole esperienza al fianco di piloti importanti, è oggi tra le più apprezzate interpreti del ruolo.

Supportate da “Sport & Comunicazione”, agenzia padovana nata per gestire l’immagine degli sportivi e delle aziende che li sostengono, Andrea e Natascia rappresentano un’inedita interpretazione del binomio “donne e motori”. Due sorelle pronte ad una nuova, affascinante sfida a tutto gas. Dotta-Freschi rischia di diventare un ritornello vincente.

Prossimo impegno, il Rally delle Dolomiti, il 22 aprile. Poi, passando attraverso altre gare utili a fare esperienza e a rinsaldare la coppia, dall’autunno sarà tempo di Raceday Rally Terra.

 

Altri Eventi nella categoria Altri sport

Mattia Prosdocimo
Mattia Prosdocimo

Altri sport

Ottimo risultato dopo il terzo posto conquistato il 7 aprile a Lignano

Judo / Prosdocimo quinto alla Junior European Cup in Ungheria

VITTORIO VENETO - Marca protagonista a livello europeo. Alla Junior European Cup 2018, manifestazione di Judo disputatosi a Paks ( Ungheria) allo Sports hall Atomerőmű SE Sportcsarnok, che vedeva al via 360 atleti di 29 nazioni e quattro continenti , Mattia Prosdocimo , portacolori del Judo...

la presentazione
la presentazione

Altri sport

Attesi oltre 500 atleti sul lago di Santa Croce domenica 22 luglio: organizza la Silca Ultralite Vittorio Veneto

Presentato a Pieve d'Alpago il Triathlon Sprint Gold Silca Cup

PIEVE D'ALPAGO - Triathlon ancora protagonista in Alpago (BL) con la Triathlon Sprint Gold Silca Cup, in programma domenica 22 luglio su lago di Santa Croce.

Oderzo, in quattromila di corsa per la Notte Rosa
Oderzo, in quattromila di corsa per la Notte Rosa

Altri sport

Venerdì 20 luglio la prima edizione della kermesse al femminile che percorrerà le vie della città. Start alle 20 in via Garibaldi, arrivo in Piazza Grande

Oderzo, in quattromila di corsa per la Notte Rosa

ODERZO - Quattromila donne di corsa nel cuore di Oderzo: è un debutto da record, quello della Notte Rosa, la grande kermesse al femminile che dopodomani, venerdì 20 luglio, percorrerà le vie della cittadina trevigiana.

Commenta questo articolo


Le società Sportive

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.939

Anno XXXVII n° 13 / 5 luglio 2018

MOLLO TUTTO E VADO A VIVERE NELLA FORESTA

Christian Corrocher ha lasciato Conegliano, sua città natale, per andare a vivere nella foresta Amazzonica. Per anni ha mangiato solo pesce e yucca ed è vissuto senza elettricità, né acqua corrente. Questa è la sua storia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×