23/10/2017sereno con veli

24/10/2017sereno

25/10/2017velature sparse

23 ottobre 2017

Agenda

ANELANTE.

di RezzaMastrella

Spettacolo - Teatro - Cinema

quando venerdì 17 febbraio 2017 - ore 21
dove Teatro Comunale di Belluno
prezzo Platea-Prima Gall: €22-€18 / Gall laterale-Loggione: €15-€12
info biglietteria@slowmachine.org / Tel.328-9252116
organizzazione SlowMachine - Stagione Teatrale "Belluno Miraggi"
sito web https://goo.gl/TrSCAg

di Flavia Mastrella, Antonio Rezza
(2013 Premio Hystrio-Altre Muse e Premio Speciale Ubu)
(mai) scritto da Antonio Rezza
habitat Flavia Mastrella
con Antonio Rezza e con Ivan Bellavista, Manolo Muoio, Chiara Perrini, Enzo di Norscia
produzione: REZZAMASTRELLA, Fondazione TPE TSI La Fabbrica dell’Attore, Teatro Vascello

“In Anelante si esce dal teatro con l’impressione di aver partecipato a qualcosa di più simile a una festa che a uno spettacolo teatrale, una festa piena d’intelligenza, spirito, divertimento (…), ma durante la quale nessuno ha cercato d’insegnarci niente, di convincerci di niente"

Claudio Giunta – Internazionale – Dicembre 2015


Altri Eventi nella categoria Spettacolo - Teatro - Cinema

Miane

27/10/2017 dalle 20:30 alle 23:30 - Teatro Auditorium Antiga, Miane - Via L. Sturzo

DOMANI.

Primo film della rassegna

Pieve di Soligo

27/10/2017 dalle 20:30 alle 23:30 - Teatro Cinema Careni, a Pieve di Soligo e Teatro Antiga a Miane

ATTRAVERSAMENTI.

Compro... quindi esisto?!

Mogliano

27/10/2017 dalle 21:00 alle 23:00 - Cinema Teatro Busan

Riprendiamo...La Strada.

Omaggio a federico Fellini e Giorgio Cavazzano

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×