20/01/2018piovaschi e schiarite

21/01/2018quasi sereno

22/01/2018velature sparse

20 gennaio 2018

Mogliano

Arresto di Mogliano, Zanoni: "Il problema riguarda tutto il Veneto"

Spiega il consigliere regionale: "I segnali su come la criminalità organizzata si sia ramificata anche nella nostra regione ci sono, insistenti, da tempo"

commenti |

Andrea Zanoni

MOGLIANO - “L’arresto del presidente del Mogliano Calcio è un fatto grave, ma è anche la conferma di quanto sia reale il problema delle infiltrazioni mafiose in Veneto”.

A dichiararlo è Andrea Zanoni, consigliere del Partito Democratico, a proposito della maxioperazione Stige contro la ‘ndrangheta che ha portato all’arresto di 169 persone (inclusi sindaci e imprenditori) tra Calabria, Lazio, Emilia Romagna, Lombardia, Germania e, naturalmente, Veneto dove in cinque sono finiti in manette o ai domiciliari. Tra loro, appunto, Marco Gaiba, presidente della squadra di calcio di Mogliano e accusato dalla Procura di Catanzaro di interposizione fittizia al fine di agevolare gli affari delle cosche.

“I segnali su come la criminalità organizzata si sia ramificata anche nella nostra regione ci sono, insistenti, da tempo. Un problema diffuso che riguarda l’intero territorio, non possiamo dire che ci siano zone franche: il Veneto è un’area ricca, l’ideale per investire e ripulire soldi sporchi.

Ricordo il report della Cgia di Mestre di pochi mesi fa, in cui veniva evidenziato il boom delle denunce per estorsione negli ultimi cinque anni, +79,5%, o ancora i dati delle relazioni della Direzione investigativa antimafia in cui si conferma come il Veneto sia ai primi posti in Italia per riciclaggio, estorsione e usura. Dobbiamo rafforzare tutte le misure utili a fare emergere il fenomeno e combatterlo adeguatamente.

E probabilmente finora non si è fatto abbastanza".
 

 

Leggi altre notizie di Mogliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

immagine della news

16/01/2018

Gaiba resta ai domiciliari

Il blocco dei conti del presidente del Mogliano Calcio, coinvolto in un'inchiesta sulla 'Ndrangheta a Catanzaro, sta mettendo in difficoltà la società sportiva

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.927

Anno XXXVII n° 1 / 18 gennaio 2018

LUDOVICO GIRARDELLO

Il giovanissimo attore vittoriese - protagonista de “Il ragazzo invisibile. Seconda generazione” di Gabriele Salvatores - racconta qualcosa di sè. Della città in cui vive (definita da Mymovies “piccolo paesino in provincia di Treviso”). Delle sue passioni. Omettendo (vedi la classe?) nome e cognome della fidanzata

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×