08 dicembre 2019

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Arriva il "giorno dei morti" e si rubano le piantine in cimitero

Un fenomeno odioso che si verifica spesso in concomitanza con le celebrazioni dei defunti

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Arriva il

VALDOBBIADENE – Ieri mattina una signora si è recata in cimitero a Valdobbiadene per fare visita ai suoi cari e ha trovato una brutta sorpresa. Le piante poste sulla tomba erano state rubate: un gesto odioso! In questo periodo molti stanno sistemando con cura le sepolture dei loro defunti, per onorarli degnamente in occasione della ricorrenza del 2 novembre, tradizionalmente apponendo piante di crisantemi e così ha fatto anche la signora valdobbiadenese che dopo aver scoperto il fatto, ha raccontato la sua brutta esperienza sui Facebook, per mettere in guardia tutti.

Da quanto ha raccontato non è nemmeno la prima volta che rimane vittima di un furto in cimitero ma è bastato che postasse poche parole, per raccontare quanto le era successo, che si è scatenata una valanga di testimonianze. A quanto pare i ladri hanno fatto incetta delle piante più belle e voluminose, depredando le tombe di Valdobbiadene e non solo visto che sono stati segnalati fatti analoghi anche nei paesi vicini e tutti si sono inevitabilmente posti il medesimo interrogativo: “Come si fa a rubare i fiori dalle tombe dei morti? Con che coraggio!”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×