24/02/2017pioviggine

25/02/2017sereno

26/02/2017velature sparse

24 febbraio 2017

Arriva il Sassuolo

Domenica pomeriggio importante match per le "tose" del Permac Vittorio Veneto

Calcio

VITTORIO VENETO -  Ci sono cose che càpitano e cose che, Capitàno! Tutta la carica e la grinta della condottiera in campo Francesca Da Ros (nella foto) sono tra gli accenti principali di questa intensa settimana di preparazione verso la sfida di domenica pomeriggio, a San Fior, contro il Sassuolo.

 

Per la Tosa purosangue, erede della storica fascia di Giulia Da Re, en plein di presenze sinora caratterizzate da costanti alte vette di rendimento, sia da esterno basso di sinistra che – come domenica scorsa a Udine – al centro della retroguardia rossoblu. Sentiamo allora da #FraCap come si vivono questi giorni in casa Permac, lungo il countdown verso uno dei grandi appuntamenti di questo cammino stagionale.

 

Contro l’Udinese sono arrivati altri 3 punti che dimostrano come la squadra sia cresciuta sotto il profilo del cinismo, specie negli incontri più intricati.

A Udine abbiamo incontrato delle difficoltà iniziali dovute in primis alle dimensioni davvero ristrette del campo. Diciamo che la squadra mi è piaciuta di più sotto l’aspetto caratteriale piuttosto che sotto il profilo tecnico.

Il match contro il Sassuolo di domenica inevitabilmente è una partita di grande importanza per il prosieguo della stagione. Come la state preparando e che sensazioni avverti all’interno dello spogliatoio?

Sicuramente è una partita di grande valore, ma non sono convinta sia la più importante dell’anno perché ci saranno tante altre partite per arrivare a fine stagione, e mantenere alta la concentrazione fino a maggio non è facile! In ogni caso, squadra e staff stanno lavorando bene per arrivare nelle migliori condizioni all’appuntamento di domenica.

Abbiamo ancor più bisogno del massimo supporto di tifosi, amici e simpatizzati in questo momento della stagione. Da Capitano, fai un appello perchè San Fior si trasformi in un bollente catino rossoblu

C’è da dire che sono molto amareggiata che non si sia trovato un accordo per permetterci di giocare questa partita tra le mura di casa nostra. Non è questo il contesto per far polemica sicuramente, ma a quanto pare siamo sempre noi femminucce ad avere la peggio. Ai nostri tifosi chiedo dunque lo sforzo di raggiungerci allo stadio di San Fior per sostenerci, ma non ho dubbi che arriveranno in molti.

 

Leonardo Segat

 



Altri Eventi nella categoria Calcio

Calcio

Il responsabile del settore tecnico del Treviso Alessio Sundas invita i tifosi a sostenere la squadra a Castelfranco e annuncia nuovi arrivi. Ipotesi ritorno per Raul Ferrari

«Domenica vogliamo vincere il derby»

TREVISO - “Domenica prossima il Treviso Calcio si gioca una grossa fetta di salvezza. E' il momento di mettere da parte divisioni e personalismi ed andare in massa a Castelfranco Veneto per sostenere la squadra nel derby con il Giorgione”.

 

Calcio

Altro ko per i biancocelesti. In Serie D esulta l'Eclisse Careni Pievigina. I risultati della domenica e le classifiche aggiornate

Manita San Giorgio sul Treviso

TREVISO –  In Serie D capolista Mestre sconfitta a Este, mrentre in Eccellenza continua il testa a testa traSan Giorgio (che passa 5-0 col Treviso) e Liventina.

Calcio

Continua la costruzione della nuova società: annunciato anche un nuovo sponsor «di livello europeo»

Treviso, in arrivo un portiere, un difensore e un attaccante

TREVISO - “Sono arrivati a Treviso altri tre giocatori di ottimo livello che contribuiranno a salvare la squadra e permetterci di gettare le basi per un futuro roseo per il club biancoceleste”.

Commenta questo articolo


Le società Sportive


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Otto casi di meningite nella provincia di Treviso. Sei preoccupato?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.907

Anno XXXVI n° 3 / 16 febbraio 2017

CARLO E COSETTA: UNA VITA CHE E' (QUASI) POESIA

Zarlatàn (de Zèneda) e (quasi) poeta. Carlo se la ride sotto i versi. Nonostante la...censura. Ha iniziato a scrivere versi per “salvarsi”. Ma anche perché, sin da bambino, provava una simpatia particolare per la poesia, che riusciva a imparare a memoria senza fatica. Col tempo, Carlo Piasentin ha fatto di un impulso giocoso una passione fondamentale. Eppure, in casa, ha sempre avuto un giudice severissimo: la moglie Cosetta. Che - ma questa è pura chiacchiera da salotto - lo ha sposato...per allegria

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×