17 novembre 2019

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Arsenico e pesticidi nei laghi di Revine: Arpav risponde al comitato Marcia Stop Pesticidi

Le precisazioni dell’Arpav sui laghi di Revine

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

REVINE – L’Arpav interviene sulla questione dei laghi di Revine di cui vi abbiamo dato conto ieri, in merito alla presenza di arsenico e pesticidi nei due bacini lacustri. In particolare, precisa che rispetto a quanto affermato dal Comitato Marcia Stop Pesticidi: “Quelle che sono definite "presenze oltre i limiti" per una serie di parametri (arsenico e alcuni prodotti fitosanitari) sono in realtà chiaramente segnalate nel documento ARPAV (cfr. pag. 190-191 e 193-194) come evidenze analitiche di "presenza" e non di superamento dei limiti".

“L'esame delle pagine citate rivela che le sostanze di cui si tratta sono marcate con un segnalino arancione che, come riportato nella legenda del documento Arpav, indica "Sostanza per la quale è stata riscontrata almeno una presenza al di sopra del limite di quantificazione". Non si tratta quindi di superamento dei limiti ambientali, per il quale nel documento ARPAV si utilizza il colore rosso”.

La presenza delle sostanze è perciò assodata e confermata dall’Arpav stessa, con l’ulteriore precisazione che il superamento dei limiti non riguarda i limiti ambientali, dei quali peraltro il Comitato Marcia Stop Pesticidi non ha fatto menzione nelle dichiarazioni riportate. Nella nota Arpav viene inoltre avvalorata almeno una presenza (di arsenico e alcuni prodotti fitosanitari) al di sopra del limite di quantificazione.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×