21/10/2017coperto

22/10/2017pioggia debole

23/10/2017sereno con veli

21 ottobre 2017

Conegliano

Asilo in fiamme

Il fuoco devasta il nido della zona industriale di Scomigo

Claudia Borsoi | commenti |

CONEGLIANO – Un imponente incendio stamane, sabato, ha interessato l’asilo nido “L’aquilone” di via Bianchi, in zona industriale a Scomigo al confine con San Giacomo di Veglia (Vittorio Veneto). Sul posto dalle 6 di stamane si sono alternate numerose squadre di vigili del fuoco arrivate da Conegliano, Vittorio Veneto e Treviso, oltre 20 pompieri e sei mezzi. Presenti anche i carabinieri di Conegliano. A lanciare l’allarme dei passanti.

 

L’asilo, privato, era stato realizzato da un consorzio di aziende della zona industriale a servizio delle mamme che lavorano. E’ costruito con materiali ecologici e naturali e questo non ha favorito le operazioni di spegnimento dell’incendio. «E' un incendio di difficile gestione in quanto le fiamme si stanno sviluppando tra i materiali isolanti delle pareti» spiegano dal comando dei vigili del fuoco di Treviso.

L’incendio pare abbia avuto origine da un angolo dell’edificio e da qui si sia propagato al resto della struttura. In quell’angolo, all’interno, si trova una cameretta andata distrutta. Nel corso della mattinata questa porzione di struttura è stata sventrata, per domare le fiamme. L’intera struttura, dentro, è annerita ed è stata dichiarata inagibile.

L’asilo è frequentato da 30 bambini dai 3 mesi ai 3 anni. Oggi era chiuso, ma l’attività dal lunedì al venerdì si tiene fino al 30 luglio. Dunque ora si rende necessario trovare una sede provvisoria per le attività. Aperto dal 2008, l’asilo è un servizio indispensabile per le mamme che lavorano. La struttura è un prefabbricato in legno.

Su una parete esterna, quella interessata dall’incendio, ieri, venerdì, una ditta aveva eseguito l’asportazione di una porzione del cappotto per un intervento di manutenzione. Da appurare se questo intervento possa connettersi o meno con l’incendio. Non sarebbe doloso, ma sul posto si è recato anche del personale di polizia giudiziaria: le cause sono in via di accertamento.

 

"Siamo molto dispiaciuti per quanto accaduto all'asilo di Scomigo, che è attivo dal 2008 ed è nato da un progetto innovativo promosso da Unindustria Treviso e che ha raccolto l'interesse di numerose imprese della zona, attente e sensibili al tema della conciliazione tra famiglia e lavoro, e una significativa partecipazione delle famiglie - fa sapere l'associazione degli industriali -. Insieme a tutti i partecipanti al consorzio che ha promosso la realizzazione dell'asilo, effettueremo con il massimo scrupolo gli approfondimenti necessari per comprendere le cause dell'incidente, che per fortuna non ha avuto ripercussioni sulle persone. Già dall'inizio della prossima settimana riuniremo le imprese che partecipano al consorzio anche per valutare come gestire la prosecuzione dell'attività".

 



Claudia Borsoi

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×