21/02/2018nuvoloso

22/02/2018pioggia debole

23/02/2018pioggia debole

21 febbraio 2018

Castelfranco

Asolo: rischio esondazioni, ripulito torrente Erega

L’intervento segue quello al Musonello

commenti |

ASOLO - Sono praticamente ultimati i lavori di pulizia espurgo del torrente Erega a Pagnano d’Asolo. L’intervento, a cura del Consorzio di Bonifica Piave, segue di pochi giorni la pulizia della roggia Musonello, nel tratto dall’antico Maglio di Pagnano alle Case Rossetto.

 

“Dopo le varie emergenze alluvionali di questi ultimi anni - spiega il sindaco Mauro Migliorini - l’amministrazione Comunale ha avviato un importante lavoro di collaborazione e condivisione con il Consorzio di Bonifica Piave e con il Genio Civile di Treviso, per la manutenzione e il ripristino della rete idrografica del territorio, al fine di mitigare il rischio idraulico”.

Il Consorzio di Bonifica Piave è già intervenuto in diverse aree comunali, come ad esempio in località Casonetto, e nella pulizia di alcuni canali irrigui e fossati. Anche il Torrente Muson, nel tratto dal Casonetto a Pagnano d’Asolo, durante la scorsa primavera e i primi mesi di questa estate, ha avuto un importante intervento di pulizia dell’alveo e rinforzo delle scarpate con la posa di pietre per argini, ad opera del Genio Civile di Treviso. Il Settore Lavori Pubblici del Comune si è occupato della messa in sicurezza idraulica di via Lauro, posa di griglie, pulizia di scoli.

 

“Per quanto riguarda in particolar modo il torrente Erega – prosegue il sindaco - era necessario realizzare questa pulizia straordinaria, coerentemente con gli obiettivi del programma di mandato e con gli impegni presi con i cittadini, atteso che gli ultimi interventi di manutenzione risalivano a otto anni fa”.

 

Leggi altre notizie di Castelfranco

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Castelfranco
vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.929

Anno XXXVII n° 3 / 15 febbraio 2018

SI. CUCINO GLI INSETTI

Benvenuti nella cucina di Roberto. Dove le larve di caimano prendono il posto delle verdure pastellate e i muffin vengono prodotti con farina di grilli. Perché dato che forse sarà questo il cibo del futuro, tanto vale iniziare a sperimentare. E gustare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×