16/10/2018pioviggine

17/10/2018pioggia debole

18/10/2018parz nuvoloso

16 ottobre 2018

Atletica

Atletica / Tricolore Cadetti, il Veneto è d'argento

Diciotto medaglie individuali - sei ori, tre argenti e nove bronzi – nella rassegna giovanile dello scorso weekend

Altri Sport

la squadra veneta a Rieti

RIETI - Diciotto medaglie individuali (sei ori, tre argenti e nove bronzi). Il primato italiano di Greta Brugnolo nel pentathlon e tante prestazioni a livello d’eccellenza. L’argento nella classifica combinata per regioni a un soffio dalla Lombardia.

La vittoria nella classifica femminile e il bronzo (a un punto dal secondo posto) in quella maschile. Il Veneto torna dai campionati italiani cadetti di Rieti con un bilancio esaltante.

L’argento di squadra nella classifica combinata vale davvero oro, se si pensa che il team guidato dal Fiduciario tecnico Enzo Agostini ha saputo confrontarsi ad armi pari con la squadra lombarda, alla fine prevalsa per appena due punti e mezzo (593,5 a 591), mentre il Lazio è finito più lontano (560).

“E’ un argento che esprime continuità perché, per la decima stagione consecutiva, il Veneto si conferma sul podio, guadagnando una posizione rispetto a Cles 2017 – commenta Agostini -. Dietro a questo risultato c’è un lavoro partito da lontano e che abbiamo cercato di finalizzare ad iniziare dai raduni estivi. Il confronto con la Lombardia è impari, basti pensare che loro hanno portato a Rieti quasi il doppio dei nostri atleti.

Noi siamo stati bravissimi a colmare qualche lacuna e a presentare una squadra molto compatta. Tanto compatta che se la classifica avesse previsto due scarti invece di quattro, o addirittura nessuno, avremmo vinto noi”. Sei le vittorie tricolori conquistate dal Veneto nell’arco delle due giornate di gara. Sabato sono salite sul gradino più alto del podio due ragazze, la vicentina Desiree Murano (Atl. Ovest Vicentino), prima negli 80 (10”17 in finale, 10”04 in batteria) e selezionata anche per il Festival Europeo della Velocità Giovanile, dove oggi è stata sesta in 10”18, e la rodigina Tarè Miriam Bergamo (Discobolo Atletica Rovigo), leader nel disco con 37.17. Oggi, maglie tricolori per la vicentina Zoe Tessarolo (Csi Atletica Provincia di Vicenza) nei 300 (40”02), per il trevigiano Riccardo Ganz (G.A. Vedelago) nei 300 ostacoli (38”50), per il sorprendente rodigino Andrei Laurentiu Neagu (Discobolo Atl. Rovigo) nei 1000 metri (2’38”73) e per la veneziana Greta Brugnolo (Atl. Riviera del Brenta) nel pentathlon. Quest’ultima, con 4.668 punti, non ha soltanto bissato il titolo vinto l’anno scorso a Cles, ma ha anche migliorato, di un punto, il primato nazionale che già le apparteneva. Tre argenti e nove bronzi individuali hanno completato un bilancio da sogno. “Il ritorno al tricolore nel femminile, il bronzo al maschile (a 1 punto dell'argento) e la vittoria sfiorata nella combinata testimoniano ancora una volta il valore dell'atletica veneta su scala nazionale – commenta il presidente del Comitato regionale veneto, Christian Zovico -. Il risultato di Rieti arriva in un anno in cui tutte le rappresentative venete si sono ottimamente comportate nei vari appuntamenti susseguitisi dallo scorso inverno. Quando si è così in alto e molto prossimi ai valori espressi dalla Lombardia che vanta il doppio di popolazione, tesserati e risorse significa che a partire dai contesti societari del Veneto si riesce a esprimere vivacità nel movimento e qualità sugli interpreti più capaci. I primi applausi e ringraziamenti vanno dunque alle 25 società di appartenenza degli atleti schierati, a questi nostri giovani portacolori, ai loro allenatori e ai membri del Settore tecnico regionale. Struttura retta con grande equilibrio e comprovata esperienza da Enzo Agostini che dimostra ancora una volta la capacità di saper trarre la sintesi migliore per esprimere il meglio che il Veneto in tutte le sue componenti sa proporre. Partendo dal gruppo di lavoro già attivo nei precedenti mandati, il team ha saputo cogliere gli stimoli per introdurre ulteriori contributi individuali accettando di impegnarsi su progetti tecnici macroregionali che vedono la nostra regione svolgere il ruolo di capofila per il resto d'Italia. Godiamoci questo risultato e guardiamo fiduciosi al nostro futuro consapevoli che nonostante i pesanti tagli subiti all'attività tecnica delegata (il 10% dell'intero bilancio regionale) il Veneto svolgerà sempre il proprio ruolo a favore del movimento nazionale”. L’atletica veneta vola, davvero.

I risultati degli atleti veneti a Rieti.

RAPPRESENTATIVA REGIONALE.

CADETTI. 80 (-1.6): 10. Loris Tonella (Nuova Atletica Roncade) 9”59 (9”42/-0.1). 300: 10. Franco Hector Guerrero (Atl. Ovest Vicentino) 36”88. 1000: 1. Andrei Laurentiu Neagu (Discobolo Atl. Rovigo) 2’38”73. 2000: 3. Thomas D’Este (G.A. Aristide Coin Venezia 1949) 5’50”73. 1200 siepi: 3. Patrick Da Rold (Bellunoatletica M.G.B.) 3’24”86. 100 ostacoli (-0.5): 12. Ettore Dal Grande (Atl. Ovest Vicentino) 14”31. 300 ostacoli: 1. Riccardo Ganz (G.A. Vedelago) 38”50. Marcia (5000 m): 19. Alex Brusati (Gs La Piave 2000 BL) 29’10”20. Alto: 5. Alberto Murari (Lib. Rossetto Lugagnano VR) 1.78. Asta: 3. Emanuele Cecere (Assindustria Sport Padova) 3.95. Lungo: 2. Nicolas Cecchet (Athletic Club Firex Belluno) 6.46 (+0.8). Triplo: 6. Thomas Pozzer (Asi Atl. Breganze) 13.01 (-0.3). Peso: 9. Edoardo Dal Magro (Athletic Club Firex Belluno) 13.52. Disco: 3. Matteo Zordan (Asi Atl. Breganze) 39.98. Martello: 8. Alvise Di Martiis (G.A. Aristide Coin Venezia 1949) 44.90. Giavellotto: 3. Kristian Lazzaretto (Asi Atl. Breganze) 56.77. Prove multiple (esathlon): 2. Davide Pierobon (Nuova Atl. Roncade) 4.388 (14”90/100 hs; 1.77/alto; 43.75/giavellotto; 5.88 lungo; 34.73/disco; 3’00”17/1000 m). 4x100: 8. Veneto (Guerrero, Cecchet, Nicolò Ferrario/G.A. Vedelago, Davide Guidolin/Gs Marconi Cassola) 45”12. CADETTE. 80 (-1.2): 1. Desiree Muraro (Atl. Ovest Vicentino) 10”17 (10”04/+1.2 in batt.). 300: 1. Zoe Tessarolo (Csi Atl. Provincia di Vicenza) 40”02. 1000: 12. Greta Di Dio (Venezia Runners Atl. Murano) 3’09”12. 2000: 5. Sofia Tonon (Silca Ultralite Vittorio Veneto) 6’34”96. 1200 siepi: 8. Sara Luise (Atl. Audace Noale) 4’01”99. 80 ostacoli (-0.9): 4. Elena Nessenzia (Gs La Piave 2000 BL) 12”03 (11”99/+0.8 in batt.). 300 ostacoli: 2. Giulia Dani (Trevisatletica) 44”11. Marcia (3000 m): 5. Alexandrina Mihai (Gsd Valdalpone De Megni VR) 15’06”53. Alto: 7. Cristina Olivotto (Atleticadore – Giocallena Asd) 1.56. Asta: 8. Francesca Divina Campostrini (Us Intrepida VR) 2.80. Lungo: 3. Silvia Sciurba (Gs Fiamme Oro Padova) 5.25 (+0.4). Triplo: 3. Linda Ballan (Atl. Riviera del Brenta) 11.26 (-0.6). Peso: 4. Alice Moret (Atl. Ponzano) 12.89. Disco: 1. Tarè Miriam Bergamo (Discobolo Atletica Rovigo) 37.17. Martello: 4. Elena Favaglioni (Csi Atl. Provincia di Vicenza) 47.57. Giavellotto: 4. Francesca Sangion (Atl. Biotekna Marcon) 38.82. Prove multiple: 1. Greta Brugnolo (Atl. Riviera del Brenta) 4.668 (11”79/80 hs; 1.62/alto; 36.39/giavellotto; 5.53/lungo; 1’40”94/600). 4x100: 3. Veneto (Muraro, Tessarolo, Nessenzia, Giulia Barattini/Csi Atl. Provincia di Vicenza) 49”08.

ATLETI INDIVIDUALI. CADETTI. 80 (-1.5): 7. Davide Guidolin (Gs Marconi Cassola) 9”47 (9”42/0.0 in batt.), 13. Nicolò Ferrario (G.A. Vedelago) 9”62/-1.6 (9”44/+0.5 in batt.). 300: 9. Leonardo Buso (Trevisatletica) 36”75. 2000: 4. Thomas Serafini (Athletic Club Firex Belluno) 5’52”33. 1200 siepi: 7. Enrique Zanin (Athletic Club Firex Belluno) 3’27”30, 8. Giovanni Lazzaro (Us Quinto Mastella) 3’27”40, 11. Giulio Dal Pra (Atl. Marostica Vimar) 3’31”37. 300 ostacoli: 12. Francisco Lucas Lima De Oliveira (Atl. Vis Abano) 41”17, 18. Lorenzo Lachin (G.A. Aristide Coin Venezia 1949) 42”35 (in batt.). Alto: 10. Federico Bovo (Atl. Vis Abano) 1.70. Lungo: 23. David Desiba Gauze (G.A. Aristide Coin Venezia 1949) 5.60 (+1.2). Triplo: 11. Manuel Martini (Asi Atletica Breganze) 12.77 (-1.3), 14. Giacomo Costantini (Atl. Riviera del Brenta) 12.36 (0.0). Disco: 16. Andrea Pozza (Atl. Marostica Vimar) 29.48. Giavellotto: 16. Marco Bernardi (Asi Atl. Breganze) 42.53. Prove multiple (100 hs, alto, giavellotto, lungo, disco, 1000): 5. Filippo Peruch (Vittorio Atletica) 3.954, 18. Nicholas Longo (Atl. Montebelluna) 3.184. CADETTE. 80 (-1.2): 6. Giulia Barattini (Csi Atl. Provincia di Vicenza) 10”43 (10”27/+1.6 in batt.), 12. Martha Aisosa Aigboyia (Us Intrepida VR) 10”64/-1.0 (10”42/+1.1 in batt.). 300: 8. Chidera Princess Eke (Fondazione M. Bentegodi) 44”16 (42”14 in batt.), 19. Giorgia Donadoni (Atl. Selva Bovolone) 44”34 (in batt.). 2000: 20. Alice Biz (Vittorio Atletica) 7’11”37, 24. Beatrice Casagrande (Atl. Due Torri Sporting Noale) 7’20”39. 1200 siepi: 18. Sara Pastorello (Atl. Vis Abano) 4’13”72. 300 ostacoli: 3. Mihaela Burlacu (Atl. Pederobba) 46”75 (46”20 in batt.), 18. Francesca Biondi (Confindustria Atl. Rovigo) 48”88 (in batt.). Alto: 23. Giulia Benacchio (Gs Marconi Cassola) 1.50. Asta: 11. Camilla Fantin (Gs Marconi Cassola) 2.80, 13. Carlotta Soave (Csi Atl. Provincia di Vicenza) 2.80. Lungo: 9. Annie Capitanio (Csi Atl. Provincia di Vicenza) 4.90 (+0.9). Triplo: 13. Chiara Fantin (Confindustria Atl. Rovigo) 10.77 (-1.3). Disco: 14. Giada Stremiz (Atl. Longarone) 24.87, 21. Valentina Soligon (Nuova Atl. Tre Comuni) 22.92, 24. Sveva Mancin (Atl. Riviera del Brenta) 20.81.

 

Commenta questo articolo


Le società Sportive

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.944

Anno XXXVII n° 18 / 18 ottobre 2018

UNA FAMIGLIA SPECIALE

La famiglia speciale di Susanna e Tarcisio, che hanno accolto in casa Lucio e Antonio, gemelli cerebrolesi, Linda, neonata disabile, Eleonora, Manuela e Marco, facendoli diventare loro figli. Nonostante ne avessero già quattro…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×