20/04/2018sereno

21/04/2018quasi sereno

22/04/2018quasi sereno

20 aprile 2018

Nord-Est

Atti osceni in stazione, poi le minacce ai poliziotti

commenti |

VENEZIA - Un tunisino di 25 anni è stato denunciato dalla polizia ferroviaria di Venezia perchè sorpreso a compiere atti osceni nell'atrio della stazione ferroviaria lagunare.

 

Il fatto, avvenuto la sera del giorno di Pasqua, ha lasciato interdetti turisti e poliziotti che, durante il servizio di controllo, sono stati attirati da alcuni gemiti che provenivano nell'atrio principale, notando un giovane rivolto verso il muro e con i pantaloni calati.

 

Il giovane, invitato a ricomporsi, ha continuato nella sua azione incurante della presenza anche di minori.

 

Lo straniero è stato quindi portato negli uffici della polfer dove è stato accertato che era senza fissa dimora, aveva precedenti penali, con il permesso di soggiorno scaduto e non più rinnovato, e inoltre era appena uscito dal carcere dopo aver scontato una pena per droga.

 

Di fronte ai poliziotti il tunisino ha tenuto un atteggiamento di sfida e li ha minacciati per il loro intervento.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.933

Anno XXXVII n° 7 / 12 aprile 2018

DI CORSA!

Attenzione: può causare dipendenza. Chi inizia a correre non si ferma. Parola di runner

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×