22/06/2017sereno

23/06/2017sereno con veli

24/06/2017sereno

22 giugno 2017

Nord-Est

Barista trovato morto in acqua, si indaga

commenti |

VENEZIA - Un cadavere in avanzato stato di decomposizione è affiorato questa mattina vicino all'isola veneziana di Sacca Fisola. L'allarme, dato da un passante, è stato raccolto dai vigili del fuoco e Suem. I pompieri hanno recuperato il corpo.

 

La vittima èun 42enne originario di Genzano di Lucania (Potenza). La polizia lo ha identificato dai documenti ancora nei vestiti dell'uomo che, secondo un primo esame esterno, sarebbe deceduto per annegamento anche se il corpo avrebbe rivelato segni di ferite procurate probabilmente dall'elica di un'imbarcazione.

Sarà l'autopsia a stabilire le esatte cause del decesso.

 

L'uomo, che abitava al Lido, lavorava come barista in un locale di Castello. Secondo una prima ricostruzione delle ultime ore del lucano ieri sera, terminato il servizio si sarebbe avviato verso casa salutando un collega.

 

Commenta questo articolo


Loading...

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.916

Anno XXXVI n° 12 / Giovedì 22 giugno 2017

C'ERA UNA VOLTA VIA CAPRERA

Lo sceriffo Gentilini ce l’ha ancora nel cuore. Tanto da prendere carta e penna e scrivere al Quindicinale. Per far memoria di una strada che era “centro commerciale urbano”. Dove si trovava il cementista, lo zoccolaio, lo stradin, l’osteria col servizio di carrozze....

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×