19 settembre 2019

Treviso

Bearzatti e Casagrande aprono la quarta edizione di Treviso Suona Jazz

Un duo impeccabile questa sera a palazzo Giacomelli, giovedì il film su Enrico Rava a Cà dei Ricchi

Isabella Loschi | commenti |

treviso suona jazz

TREVISO - Treviso Suona Jazz decolla con un sold out. Dopo il successo dell’anteprima di sabato scorso con la mostra di Paolo Parisi in collaborazione con il Comic Book festival, la quarta edizione del jazz festival cittadino, ideato e curato dall’Associazione culturale Urbano Contemporaneo, con direzione artistica a cura di Nicola Bortolanza, questa sera, mercoledì 30 maggio, apre a palazzo Giacomelli con Francesco Bearzatti e Federico Casagrande. A Treviso i due musicisti italiani pluripremiati e dal grande talento, presentano il loro nuovo progetto “Last Songs”, da poco uscito per Cam jazz.

Bearzatti, sassofonista, clarinettista e compositore, è un artista versatile, sessionman prezioso e leader di alcuni dei gruppi Europei più innovativi degli ultimi anni. Tra i numerosi riconoscimenti ricordiamo quello ricevuto nel 2011 dall’ Académie du Jazz Française come miglior musicista Europeo."Amo suonare in duo, mi piace entrare in sintonia totale col partner musicale del momento, cercando di sviscerare il presente unico ed irripetibile. Questa piccola formazione è nata per poter suonare composizioni che raccontano momenti più intimi della mia vita. Per fare ciò, ho voluto al mio fianco Federico Casagrande, un chitarrista dal talento immenso, capace di volare alto come solo i grandi artisti sanno fare". Ma in centro storico già dalle 19 si entra nell’atmosfera jazz con l’aperitivo e jazz dinner all’ Abituè San Parisio.

Domani, giovedì 31 maggio, a Cà dei Ricchi, ore 20.45, in collaborazione con il Soleluna Festival verrà proiettato il film “Enrico Rava. Note necessarie”. Non solo un percorso biografico dedicato al più internazionale dei nostri musicisti, bensì un viaggio nel jazz di quest'ultimo mezzo secolo.

Venerdì 1 giugno la magnifica cornice della Chiesa di San Gaetano ospiterà per la prima volta musica di grande lirismo, frutto di una perfetta sintesi tra radici mediterranee, dimensione europea e tradizione afroamericana con Bebo Ferra, chitarra classica, e Paolino Dalla Porta, contrabbasso. I due jazzisti, tra i più rinomati a livello Europeo, e di cui si ricorda la presenza stabile nel quartetto di Paolo Fresu, saranno presenti in città anche il giorno seguente per un workshop a Palazzo Da Borso.

Gli appuntamenti del festival proseguiranno fino a domenica 3 giugno con i concerti gratuiti delle tre big band dei Conservatori Steffani e Venezze alla Loggia dei Cavalieri, e tanti appuntamenti da venerdì a domenica nei locali del centro e del Montello, con aperitivi, jazz lunch e jazz dinner, dedicati a chi volesse coniugare il buon cibo alla buona musica.

Tutte le info e il programma completo sul sito www.trevisosuonajazz.it.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×