24/09/2017temporale e schiarite

25/09/2017quasi sereno

26/09/2017quasi sereno

24 settembre 2017

Vittorio Veneto

"Bene la passerella di via Carducci, ora tocca a quella del Lidl"

Bastanzetti del Sac inviata la giunta ad un'intervento analogo a quello in fase di ultimazione

Roberto Silvestrin | commenti |

VITTORIO VENETO - I lavori sulla passerella di via Carducci sono in fase di ultimazione, e in città c’è chi se ne rallegra. Michele Bastanzetti del Sac (SocietàAmbienteCultura), segretario del consiglio di quartiere di Ceneda, plaude alla giunta per il lavoro effettuato, ma sollecita anche l’amministrazione ad effettuare un intervento analogo per la passerella che si trova vicino al supermercato Lidl.

 

In via Carducci era stata installato un nuovo impianto di illuminazione pubblica (con tre nuovi pali), e tutta l’area era stata ripulita da arbusti, ramaglie e vegetazione spontanea. “Quella passerella, che era in condizioni disastrose e pericolose, è strategica per i collegamenti col campus scolastico, con piscine e palazzetto, col parco bimbi di via Toniolo, con la pista ciclopedonale del Meschio. Sulla passerella è stato modificata la barriera che complicava l’accesso alle carrozzine, sono state sostituite tutte la assi del selciato ed ora si sta procedendo alla verniciatura” dichiara Bastanzetti riferendosi all’intervento messo in atto.

 

 

In realtà il segretario auspicherebbe un diserbo più marcato dell’area, peraltro pregevole dal punto di vista ambientale: “Per piazzare i ponteggi per la verniciatura si è provveduto allo sfalcio prossimale del muro di rovi sia a nord che a sud della passerella. Ora, poiché quel roveto infestato da serpi e “pantegane” nasconde uno scorcio molto bello lungo il fiume e nasconde una isoletta che potrebbe servire da oasi per anfibi ed avifauna, invito la giunta a procedere alla pulizia di tutto il settore”.

 

Ora, secondo Bastanzetti, toccherebbe anche alla passerella che “corre” vicino al supermercato di via dei Cimbri, magari contando su un’aiuto della proprietà.

 



Roberto Silvestrin

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×