19/04/2018sereno

20/04/2018sereno

21/04/2018quasi sereno

19 aprile 2018

Rugby

Benvenuti e McKinley ancora in biancoverde

I due assi del Benetton rimarranno a Treviso anche per la prossima stagione. Salgono a 16 i giocatori già confermati

Rugby

Benvenuti e McKinley

TREVISO - Tommaso Benvenuti ed Ian McKinley prolungano con il Benetton fino al 30 giugno 2020, portando così a sedici le conferme in casa biancoverde in vista della prossima stagione sportiva.

Benvenuti cresciuto nel Mogliano Rugby sino a tredici anni, entra a far parte delle giovanili biancoverdi nel 2004. Trequarti versatile, capace di coprire i ruoli sia di centro che di ala, fa il suo esordio con la prima squadra del Benetton Rugby nella stagione 2009-10 in Super 10 al termine della quale vince il titolo di campione d’Italia collezionando 8 presenze e 25 punti. L’anno successivo nonostante la giovane età è tra i titolari della formazione biancoverde che debutta in Celtic League. Al termine della stagione 2012/2013 con 49 presenze e 68 punti realizzati lascia Treviso per andare a giocare in Top 14, massimo campionato francese, con la maglia del Perpignan, squadra sette volte campione di Francia che oggi milita in PRO D2. Nella stagione 2014/2015 Benvenuti passa al Bristol Rugby in Championship, squadra con la quale ottiene la promozione nell’Aviva Premiership.

Nell’estate del 2016 torna in biancoverde collezionando ad oggi ulteriori 38 presenze salendo così a quota 88, tra i Leoni maggiormente utilizzati da coach Crowley.

Inoltre Benvenuti conta ad oggi 50 caps con la maglia della nazionale italiana. Il suo percorso Azzurro parte dall’U17 sino all’Italia “A”, con cui ha giocato nell’autunno del 2009 prima di tornare, nell’inverno del 2010 a rappresentare la Nazionale U20 con cui ha vinto, con i gradi di capitano, l’Europeo FIRA ed il Junior World Rugby Trophy. Fa il suo esordio con la nazionale maggiore nell’autunno del 2010 giocando da titolare contro Argentina ed Australia ed entrando nella ripresa del match vinto a Modena contro le Fiji.

Successivamente viene confermato nel gruppo azzurro per il 6 Nazioni 2011, in cui è stato titolare nella storica vittoria di Roma contro la Francia. Ha preso parte al Mondiale 2011 in Nuova Zelanda, alternandosi tra il ruolo e di ala e quello di centro, posizione in cui il CT Brunel lo ha utilizzato nel Sei Nazioni 2012. Benvenuti ha poi partecipato al 6 Nazioni 2013 ed all’ultimo Mondiale tenutosi nel 2015 in Inghilterra. Convocato in Nazionale per i test autunnali 2016, è sempre sceso in campo come titolare contro All Blacks, Sudafrica e Tonga. Gioca tutte le partite dell’RBS 6 Nazioni 2017, partendo da titolare contro Galles, Irlanda e Scozia. Nel Tour estivo del 2017 colleziona tre presenze in tutte e tre le sfide contro Scozia, Fiji e Australia. Infine è stato titolare nelle 5 sfide del NatWest 6 Nazioni 2018 ed autore della prima meta dell’Italia nel primo turno contro l’Inghilterra.

Queste le dichiarazioni del trequarti classe 1990: “Vedere i progressi che abbiamo fatto in questi due anni è molto soddisfacente e di ottimo auspicio per il futuro. Sono orgoglioso e contento di essere parte di questo club per le prossime due stagioni”.

Ian McKinley, mediano d’apertura, capace di ricoprire anche il ruolo di centro, è cresciuto nell’Academy del Leinster, la franchigia irlandese della provincia di Dublino, squadra con la quale ha fatto il suo esordio in Pro12 nella stagione 2008/09, nello stesso anno ha partecipato, da capitano della nazionale U20 irlandese, ai campionati del mondo in Giappone.

Nel gennaio del 2010, durante una partita con la sua squadra universitaria, il College Dublin, Ian subisce un grave infortunio, in punto d’incontro, per una frazione di secondo il tacchetto di un suo compagno gli entra nell’occhio sinistro lesionandogli la vista. Ma la passione di McKinley per il rugby è talmente forte che nel febbraio del 2011, nonostante la vista dall’occhio colpito fosse ridotta del 50%, riprende a giocare in PRO12 sempre con la maglia del Leinster collezionando 4 presenze, una di queste proprio contro il Benetton Rugby, gara in cui realizza una meta e al termine della stessa viene nominato man of the match.

Con il passare dei mesi Ian perde definitivamente la vista dall’occhio sinistro, a quel punto comincia la sua parentesi nei panni di tecnico, dopo una prima esperienza nell’Academy del Leinster, arriva in Italia accettando la proposta del Leonorso Rugby Udine come allenatore dell’U.16.

Ma la voglia mai persa di tornare a giocare da protagonista e il sostegno del fratello, fanno sì che Ian nel marzo del 2014 torna in campo da giocatore indossando degli speciali occhiali protettivi “Rugby Goggles”, approvati in via sperimentale dalla federazione internazionale World Rugby. In quella partita con la maglia del Leonorso contro l’Oderzo segna due mete.

Nella stagione 2014/2015 viene ingaggiato dal Rugby Viadana ed Ian approda così nel massimo campionato italiano, nel suo primo anno di Eccellenza mette a segno 148 punti in 18 incontri. Nell’aprile 2015 arriva anche la convocazione da parte dei Barbarians e nell’ottobre dello stesso anno quella, in qualità di permit player. McKinley ha lasciato nell’estate 2016 Viadana dopo 35 presenze e 268 punti. Arrivato in biancoverde nella stagione 2016/2017, Ian ad oggi ha indossato la maglia dei Leoni per 45 volte totalizzando 149 punti e dimostrando di essere un’apertura dalle buone intuizioni personali, che ama attaccare la linea e soprattutto capace di districarsi trovando i varchi giusti nelle difese avversarie.

Convocato tra gli Azzurri per i test match di Novembre, ha fatto il suo esordio con la maglia azzurra dell’Italia a Catania nella vittoria contro Fiji. Nel trittico di novembre è poi sceso in campo a partita in corso anche nelle due restanti sfide contro Argentina e Sudafrica.

Queste le dichiarazioni dell’apertura irlandese: “Questi ultimi due anni ho visto una crescita incredibile da parte del club e di noi Leoni, voglio assolutamente fare parte di questo gruppo in futuro”.

“Con Benvenuti e McKinley salgono a sedici le conferme in vista delle prossime stagioni. Tommaso ed Ian sono due atleti dalle ottime qualità individuali, nonché due nazionali azzurri, che in ogni loro impiego hanno dato il loro importante contributo diventando due pedine della nostra rosa sulle quali poter sempre fare affidamento” così il direttore sportivo biancoverde Antonio Pavanello.
 

 

Altri Eventi nella categoria Rugby

Benetton Rugby
Benetton Rugby

Rugby

Preparazione lontano da Monigo per il derby tricolore contro le Zebre

Benetton in ritiro in Toscana

TREVISO - Dopo lo storico successo ottenuto pochi giorni fa battendo il Leinster Rugby alla RDS Arena di Dublino, i Leoni questo pomeriggio partiranno per Fiesole.

un incontro tra Benetton e Leinster (foto d'archivio)
un incontro tra Benetton e Leinster (foto d'archivio)

Rugby

Per la formazione biancoverde vittoria in rimonta al cospetto del Leinster. È l'undicesimo successo nel torneo, il primo a Dublino

Benetton nella storia: vince anche in Irlanda!

DUBLINO (IRLANDA) - Doveva essere la vittima sacrificale. E invece si è visto di tutto, tranne che dei Leoni rinunciatari, anzi.

Ottomila euro Benetton e De Longhi
Ottomila euro Benetton e De Longhi

Rugby

La cifra è stata raccolta con la vendita dei calendari delle due società trevigiane ed è stata devoluta in beneficenza all'ospedale di Treviso

Ottomila euro da Benetton Rugby e De Longhi Treviso Basket

TREVISO - Consegnato oggi l’assegno di 8.170 euro all’Ospedale di Treviso; la donazione, destinata ai bambini del reparto pediatrico, è stata possibile grazie all’iniziativa ideata da Studio Perazza che ha visto protagoniste le società sportive Benetton Rugby e De’Longhi Treviso Basket.

...

Commenta questo articolo


Le società Sportive

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.933

Anno XXXVII n° 7 / 12 aprile 2018

DI CORSA!

Attenzione: può causare dipendenza. Chi inizia a correre non si ferma. Parola di runner

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×