25/05/2019parz nuvoloso

26/05/2019variabile

27/05/2019pioggia

25 maggio 2019

Politica

Berlusconi: "Noi indispensabili"

commenti |

"Siamo stati indispensabili 25 anni fa, siamo indispensabili ancora, assolutamente, anche adesso". Così Silvio Berlusconi all'assemblea degli eletti di Fi. L'ex premier ribadisce che "è solo colpa degli italiani, che non hanno capito nulla" e "ancora oggi non stanno capendo nulla" e stanno andando "contro i loro interessi" se hanno al governo "i comunisti da strada" quali sono gli M5S, distinti "da quelli di salotto del Pd".

 

Accolto con tripudio di bandiere, Berlusconi prende la parola definendosi "molto, molto commosso per essere qui con voi, la mia famiglia che ha cambiato la storia di questo Paese". Ora l'orizzonte è quello di proseguire l'impegno "per cambiare la storia dell'Europa". "Forza Italia - sottolinea il Cav - è la spina dorsale del centrodestra, lo è stata e lo sarà in Italia e in Europa. A Bruxelles sarò presente per questa nuova grande battaglia: come abbiamo fondato il centrodestra in Italia, così dobbiamo ripetere il miracolo in Europa".

 

Quanto ai giornali che parlano di un tramonto di Forza Italia, "non capisco come possano esserci in giro tanti stupidi che non sanno guardare neanche in superficie la realtà del Paese" osserva l'ex premier. E sull'esecutivo tuona: "Non possiamo lasciare a questi signori il governo del Paese". Governo in cui, aggiunge Berlusconi, "Di Maio, molto abile nella comunicazione, fa finta di essere sottomesso a Salvini ma si prende la sostanza di ciò che fa il governo, lasciando a lui solo la forma e l'apparenza. Presto se ne accorgeranno".

In occasione dell'assemblea, è stato inoltre presentato il simbolo 'ritoccato' di Fi in vista delle europee di fine maggio. Resta il logo storico azzurro con la scritta Forza Italia in primo piano sul tricolore, con sopra il nome del leader ('Berlusconi'). Non c'è quindi alcun riferimento né a Altra Italia né al vecchio scudo crociato della Balena bianca. Ma soprattutto non c'è alcun richiamo al Partito popolare europeo (Ppe), come previsto in un primo momento. La novità è la dicitura 'Per cambiare l'Europa' inserita in basso. Questo restyling grafico è stato scelto per la cosiddetta lista unitaria dei moderati che correrà in occasione del voto del 26 maggio.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×