18 ottobre 2019

Italia

Berlusconi: "Ora bunga bunga per tutti"

Fi torna unita per la festa per l'assoluzione

commenti |

commenti |

ROMA - Non dimenticherò mai questo giorno, mi resterà sempre nel cuore... Silvio Berlusconi si commuove davanti ai tanti deputati e senatori di Forza Italia che a palazzo Grazioli lo festeggiano per l'assoluzione del caso Ruby. Nel cortile interno della residenza di via del Plebiscito ci sono gli esponenti di tutte le correnti ('verdiniani', 'fedelissimi di Arcore' e 'fittiani'), che per un giorno si ritrovano uniti attorno al loro leader.

 

Il Cav stringe mani, concede abbracci, battute. Poi, durante un breve saluto nel cosiddetto 'parlamentino azzurro' cede alle emezioni: mi avete commosso. Poi torna a sorridere e scherza: ora basta, non facciamoci sopraffare dalla commozione, bunga bunga per tutti! Una battuta simile la fa anche ai giovani militanti azzurri che addossati al cancello di ingresso lo chiamano con cori da stadio 'Silvio-Silvio!': io non so cosa bisogna fare per farvi imbucare tutti al bunga bunga, anche se vi deluderebbe molto: è una normalissima cena...

 

L'ex premier ne approfitta per sfogarsi: ho perso 5 anni della mia vita, la condanna era un modo per farmi fuori, ma ora siamo qui e andiamo avanti. Rivela poi di essere in possesso di elementi e carte per dimostrare che ha ragione da vendere anche contro De Benedetti nella vicenda Cir-Mondadori. Berlusconi non si lascia scappare l'occasione per serrare i ranghi e annunciare ancora una volta la 'rivoluzione azzurra': io non caccio nessuno, ma Fi va rinnovata con la collaborazione di tutti, adesso basta litigi, mettiamo da parti ogni divisione, lavoriamo insieme per battere la sinistra".

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×