19/09/2018quasi sereno

20/09/2018sereno

21/09/2018sereno

19 settembre 2018

Oderzo Motta

BIMBA MORTA, APERTO FASCICOLO IN PROCURA

Si tratterebbe di un caso rarissimo e tragico, ma possibile

| commenti | (1) |

| commenti | (1) |

Oderzo - Aperto un fascicolo in Procura sul caso della bambina nata morta all’ospedale di Oderzo.

I sanitari attendono l'esito delle indagini.

I genitori vogliono denunciare i medici perché pochi minuti prima del parto la bimba, 3,5 kg, sarebbe stata ancora viva.

Alcuni medici spiegano come si tratti di un caso rarissimo ma che può avvenire.

Le cause possono essere diverse: fra queste anche sofferenza fetale determinata dalla pressione del funicolo. Oppure l'utero si può contrarre in modo distonico.

La madre era comunque tenuta sotto controllo. La situazione è precipitata martedì notte.

Non è servito l’ultimo disperato tentativo dei medici con il cesareo.

Dall’Ulss nessun commento almeno fino a quando non si pronuncerà la Procura.

La famiglia, che è di Motta di Livenza, ha chiesto di rimanere nell’anonimato.

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Commenta questo articolo


sono profondamente colpita da questo lutto. come mamma sarebbe una tragedia inspiegabile. ho espresso il mio dolore a mio marito ieri sera e la sua risposta mi sta facendo molto riflettere: è successo qualcosa oltre il controllo possibile da parte dei medici, medici che se a volte riescono a salvare i bambini in condizioni border line, questa volta non sono riusciti ad opporsi al destino. solo che questo fatto fa clamore mentre tutte le volte che grazie al loro operato salvano bambini quasi miracolosamente nessuno ne parla. il mio bambino è nato ad Oderzo per scelta, anche il mio bambino non "voleva collaborare" ma alla fine, con un'assistenza splendida e un'ambiente rassicurante tutto è andato per il meglio. mi spiace per la disgrazia ma credo sia ingiusto condannare la professionalità di un gruppo che io posso dire competente e capace.

segnala commento inopportuno

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×