26/05/2018quasi sereno

27/05/2018possibile temporale

28/05/2018velature sparse

26 maggio 2018

Vittorio Veneto

"Blocchiamo la A27, così i vip che vanno a Cortina prendono la statale”

Frana sull'Alemagna, la provocazione emersa dal consiglio della Val Lapisina

Roberto Silvestrin | commenti |

frana fadalto blocco autostrada

VITTORIO VENETO - Bloccare la A27, “così i vip che vanno a Cortina sono costretti a prendere la statale”. E’ la provocazione lanciata durante il consiglio di quartiere della Val Lapisina, tenutosi lunedì sera. La “proposta” è contenuta nel verbale della seduta, durante la quale si è discusso – ancora una volta – della frana del 28 giugno scorso sulla statale Alemagna, tra Nove e Fadalto.

 

Una strada ancora a senso unico alternato di giorno e chiusa di notte. La vicenda ha imboccato un vicolo cieco, ed è bloccata dalla burocrazia: da un lato c’è infatti l’Avvocatura di Stato, che sostiene che i costi della bonifica dei terreni da cui provengono le frane dovrebbe essere sostenuta dai proprietari; dall’altro ci sono le sentenze della Corte di Cassazione, che attribuiscono ad Anas l’onere di pagare l’intervento di messa in sicurezza delle terre.

 

Il presidente del consiglio di quartiere Silvano De Nardi l’ha definita la “frana dei dimenticati”, visti i mesi passati dal maltempo che ha causato lo smottamento. “Eppure le frane di San Vito e Acquabona, a Cortina, le hanno sistemate velocemente” ha commentato amaramente il presidente.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.936

Anno XXXVII n° 10 / 24 maggio 2018

VI RACCONTO UNA FAVOLA. LA MIA

La strada verso Iasi. Abbandonata alla nascita in Romania, Georgiana viene adottata a 7 anni da un imprenditore di Vittorio Veneto e dalla moglie. Poi il padre muore, e lei parte alla ricerca delle sue origini…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×