11/12/2018sereno

12/12/2018sereno

13/12/2018pioggia e neve debole

11 dicembre 2018

Politica

Bonifici taroccati, spunta Photoshop

commenti |

Rimborsi mancati, bonifici taroccati, espulsioni. Mentre il Movimento 5 Stelle sceglie la linea dura cacciando i furbetti, 'Le Iene' tirano in ballo altri nomi di parlamentari che non avrebbero restituito le somme destinate al fondo del microcredito. Si tratta di Francesco Cariello, Emanuele Scagliusi e Federica Dieni, questi ultimi candidati all'uninominale rispettivamente in Puglia e a Reggio Calabria.

In totale i furbetti sono 14, secondo l'inchiesta delle 'Iene' che sul sito della trasmissione in onda su Italia 1 pubblica anche un’intervista esclusiva a Ivan Della Valle, uno dei parlamentari coinvolti. Nel suo caso risultano mai arrivati al fondo 51 bonifici per un totale di 272.312 euro. "Voglio chiedere scusa a tutti gli attivisti, non ci sono scusanti. Ho fatto sicuramente uno sbaglio", dice Della Valle.

L'ex parlamentare M5S ammette di aver ritoccato la cifra dei bonifici: "Facevo una falsa dichiarazione, falsificavo la cifra con Photoshop. Arrivava il pdf online e poi ci sono i programmi per poter cambiare. Io toglievo i dati sensibili e sostituivo la cifra prima di pubblicarlo".

Sale intanto a 10 il numero degli espulsi dal Movimento. Agli 8 nomi resi noti nei giorni scorsi dal leader pentastellato Luigi Di Maio - Ivan Della Valle, Maurizio Buccarella, Carlo Martelli, Girolamo Pisano, Elisa Bulgarelli, Emanuele Cozzolino, Andrea Cecconi, Silvia Benedetti - si aggiungono Francesco Cariello che "non ci ha voluto dare l'autorizzazione di accedere ai dati in possesso del Mef", si legge in un post sul sito del movimento", e "a questo punto è fuori dal Movimento" e Gian Luca Sassi, consigliere regionale in Emilia Romagna.

C'è poi il caso di Giulia Sarti , con una differenza di 19.399, che si è già autosospesa. "Lei - si legge - ha dichiarato di non aver sottratto un centesimo e ha denunciato una persona a lei vicina", il suo ex fidanzato. E poi "ci sono casi minori per cui - si precisa - è previsto un richiamo".

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×