21/11/2017foschia

22/11/2017quasi sereno

23/11/2017variabile

21 novembre 2017

Cronaca

Botte e sputi, badante inchiodata dalle telecamere

commenti |

Rimproveri, umiliazioni, spinte, sputi, tirate di capelli, schiaffi, pugni a un'anziana disabile sotto gli occhi del marito infermo. E' l'inferno che ha fatto vivere una badante, una cittadina rumena di 60 anni, a due anziani coniugi livornesi, che avrebbe dovuto accudire e vigilare perché incapaci di badare a loro stessi. Al termine delle indagini, la polizia di Stato di Livorno, per ordine della Procura della Repubblica di Livorno, ha eseguito la misura cautelare dell'allontanamento della badante dalla casa della famiglia che assisteva senza pietà.

La segnalazione è stata fatta alla squadra mobile livornese da alcuni operatori sanitari di una cooperativa di assistenza domiciliare che, per due ore al giorno, si occupavano dei due anziani, di 85 e 89 anni, affetti da malattie degenerative e cognitive. Gli operatori hanno riferito di aver notato, sul corpo della donna, ecchimosi e segni presumibilmente ricollegabili a maltrattamenti.

Sono state attivate così le indagini, anche con l'installazione di telecamere all'interno dell'appartamento dei due anziani, che hanno permesso di accertare "le pesanti condotte maltrattanti poste in essere dalla badante di origine rumena che da oltre due anni accudiva i due coniugi privi di parenti che potessero prendersi cura di loro".

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.925

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×