21 novembre 2019

Conegliano

BROLO SAN FRANCESCO: SABATO L'INAUGURAZIONE

Mura trecentesche restaurate

commenti |

commenti |

CONEGLIANO - Le trecentesche mura della Castagnera tornano al loro antico splendore. Domani mattina alle 10 si terrà l'inaugurazione al Brolo di San Francesco, gestito dalla sezione di Conegliano dell'associazione Italia Nostra.

Il tratto di mura è prospiciente infatti il confine ovest del Brolo di S. Francesco e questa ristrutturazione va a completare quello della parte occidentale delle Mura eseguito la scorsa estate dall’amministrazione comunale su progetto del Rotary Club Conegliano. Domani mattina saranno presenti le autorità cittadine, il progettista, l'architetto Sergio Vendrame di Veneto Progetti e l’impresa esecutrice Fi. Be. di Fontanafredda.

Il tratto di mura in questione, causa terremoti, intemperie e incuria era completamente rovinato sul prato sottostante. “I soci di Italia Nostra con fatica e pazienza hanno recuperato le pietre originali che sono poi state riutilizzate nella ristrutturazione – spiega il presidente dell'associazione, Francesco Scarpis - tale intervento è messo in evidenza da uno spessore di piombo che separa la parte ricostruita da quella preesistente a perenne testimonianza del lavoro. Tale restauro è stato eseguito interamente a spese dell’associazione e vuole essere un ulteriore se pur piccolo tassello per il recupero dei monumenti della città”.

Secondo il grande storico coneglianese Adolfo Vital questo tratto di mura, che congiungeva l’attuale porta Dante alla chiesetta Madonna della Neve, è stato costruito nel 1315 in luogo delle difese in terra e ha preso il nome dalle numerose piante autoctone di castagno. Sono ancora visibili i ruderi delle tre torri di difesa della città: la più alta, adattata in abitazione nell’800, è attualmente sede di Italia Nostra.

 

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×