23/11/2017coperto

24/11/2017foschia

25/11/2017pioggia

23 novembre 2017

Esteri

Brucia la Corsica, andati in fumo più di 2mila ettari

commenti |

Più di duemila ettari di vegetazione sono stati bruciati dal violento incendio che da ieri interessa il nord-ovest della Corsica.

Alimentate dai forti venti, le fiamme si sono propagate dalle alture della città di Ville-di-Paraso, nella regione di Balagne, fino a raggiungere i villaggi di Costa, Occhiatana, Belgodere, Olmi-Cappella, danneggiando una casa e privando 122 famiglie dell'elettricità.

Più di 150 vigili del fuoco sono presenti nella zona per cercare di contenere gli incendi. Secondo il prefetto del dipartimento dell'Alta Corsica, Gerard Gavory, il fuoco è "ancora attivo" ma "non progredisce più" grazie anche all'arrivo delle piogge e a un drastico calo della temperatura.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.925

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×