15 novembre 2019

Castelfranco

Buca sulla strada chiede i danni al Comune: “Donerò tutto in beneficienza”

Il castellano Claudio Bottos non demorde

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

CASTELFRANCO - A fronte di una risposta negativa da parte dell’assicurazione del Comune, Claudio Bottos ha chiesto chiarimenti, ben persuaso di essere nel giusto poiché come spiega: “Voglio solo trasparenza tanto che, se dovessi essere risarcito, l'importo va tutto in beneficenza”.

 

Il fatto risale al 5 febbraio quando l’auto del noto professionista ha preso una buca in via Picà rompendo l'ammortizzatore destro, con un danno valutato in 165 euro. Ma come ha da subito spiegato Bottos la questione non è tanto monetaria ma piuttosto di equità. L’assicurazione del Comune ha negato il risarcimento poiché “manca un riscontro testimoniale diretto”, così Bottos ha risposto chiedendo al Comune: “… il nome tecnico che ha giudicato il danno e i criteri di valutazione; copia della polizza assicurativa, con le relative procedure e criteri di valutazione dei danni e dei rimborsi – spiega, precisa poi -. Ovviamente la curiosità mi fa chiedere come sono stati valutati i casi precedenti con i relativi rimborsi. Con un criterio oggettivo o soggettivo? Vedremo”.

 

Ad oggi non è pervenuta nessuna risposta, dal 16 marzo scorso. Ma la questione che sta assumendo i contorni di una telenovela ha anche un ulteriore aspetto da considerare: “Sono passato nella strada della buca, ed ho sentito con la ruota un leggero accavallamento – conclude Bottos -. Per curiosità mi sono fermato. Ho notato che la copertura che hanno messo, sta un po’ cedendo al centro. Questo perché la buca era molto profonda”. Insomma, il rimborso si fa attendere e la buca sta progressivamente ricomparendo.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×