17/10/2017sereno con foschia

18/10/2017nebbia e schiarite

19/10/2017sereno con foschia

17 ottobre 2017

Conegliano

Via Cacciatori delle Alpi, le case popolari cadono a pezzi. "20 cm d'acqua all'interno quando piove"

Parte da qui la campagna elettorale del Pd

Roberto Silvestrin | commenti |

CONEGLIANO - Appartamenti invasi dall’acqua nelle giornate di pioggia, balconi e infissi che cadono a pezzi, uno degli alloggi andato a fuoco sei anni fa e mai sistemato.

 

Senza contare i tre stabili completamente abbandonati e fatiscenti che dominano l’area degradata (nella foto).

 

E’ partita da via Cacciatori delle Alpi, dove sorgono le case popolari, la campagna elettorale del candidato sindaco Alessandro Bortoluzzi del Pd (sostenuto anche dalle civiche “Cambiamo Conegliano” e “Progetto Conegliano”).

 

Un flash mob organizzato per denunciare “soldi e finanziamenti perduti, spreco di denaro pubblico e disinteresse per gli inquilini”, ha dichiarato Bortoluzzi. Megafono alla mano, il candidato si è rivolto ai suoi sostenitori e agli abitanti del quartiere, fortemente preoccupati non solo per le condizioni delle proprie case, ma anche per la condizione precaria di tutta l’area.

 

 

“Qui c’è un problema di sicurezza – ha spiegato il candidato – Sono stati gli stessi residenti a sollevarlo. E poi c’è il degrado che aumenta la situazione di insicurezza. Non c’è peggior cosa che sentirsi insicuri a casa propria”. Le case popolari versano in condizioni disastrose da tempo. “Venite quando piove – ha detto una delle cittadine che ci abita – Ci sono 15-20 cm d’acqua all’interno”.

 

Come se non bastasse, “i balconi si rompono e la manutenzione non viene fatta” sostiene un’altra inquilina, che nonostante tutto è costretta a pagare le spese condominiali.

 

E’ anche un problema di dignità” ha sottolineato Bortoluzzi. Il Pd ha già anticipato che punterà molto sulla questione sociale: “Bisogna mettere i bisogni di chi sta peggio in cima” ha anticipato l’attuale consigliere comunale Isabella Gianelloni.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×