24/10/2017sereno

25/10/2017velature sparse

26/10/2017sereno con veli

24 ottobre 2017

Vittorio Veneto

Cade nel Meschio, arrivano i pompieri

Disavventura domenica mattina per una vittoriese

commenti | (1) |

VITTORIO VENETO - Stava passeggiando lungo il Meschio, quando è caduta nel fiume. Rimanendo immobilizzata. Una strada pericolosa, quella di via Francesco da Milano, che ieri ha mietuto l'ennesima vittima. Una 63enne vittoriese stava percorrendo la strada che fiancheggia il Meschio, da Sant'Andrea a Serravalle, quando è scivolata e precipitata nel fiume. Immediato il soccorso dei passanti: un giovane si è addirittura calato nel Meschio per sostenerla mentre altri chiamavano Vigili del Fuoco e Ambulanza.

 

I pompieri, impegnati nelle vicinanze per una dimostrazione, sono accorsi immediatamente e, con l'aiuto di una tavola hanno estratto la donna dall'acqua. La 63enne è stata poi trasportata all'ospedale di Vittorio Veneto, dove le hanno diagnosticato qualche contusione. Tanta, è stata soprattutto la paura. E focosi i commenti di chi ha assistito alla scena: "Non è la prima volta che capita", "Dovrebbero installare delle barriere", "Quando si decidono a rendere sicuri i Meschietti?".

 

Commenta questo articolo


La mano sovrana che ha creato il nostro corpo e vi ha infuso la vita, ci ha provveduti di risorse al di fuori di noi stessi e delle creature deboli come noi. Al di là di questa terra, al di sopra della razza umana, c'è un mondo invisibile, il regno degli spiriti; questo mondo ci circonda, perchè è ovunque e questi spiriti vegliano su di noi, perchè è il loro compito; se stiamo soffrendo per il dolore o per qualche preoccupazione, gli angeli vedono le nostre sofferenze e ci guidano sul retto cammino e Iddio attende unicamente che il nostro spirito si separi dal corpo per incoronarci con una piena ricompensa. Semmai, se mi è concesso un inciso, vorrei far rllevare che i Vigili del Fuoco non ci salvano solo dalle fiamme ardenti, ma anche dalle acque vorticose e limacciose. Questi nostri angeli custodi meritano veramente il nostro encomio e ringraziamento. Paolo Dotta. p.dotta@virgilio.it - Bologna, 13/05/13.

segnala commento inopportuno

Dello stesso argomento

immagine della news

27/03/2017

Povero Meschio!

Lo stato di salute del fiume, dopo l'installazione dell'ennesima centralina

immagine della news

15/05/2016

Gasolio nel Meschio

Lo sversamento segnalato nel pomeriggio di sabato nei pressi dell'ex lanificio Cini

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×