23/10/2018velature sparse

24/10/2018sereno con veli

25/10/2018quasi sereno

23 ottobre 2018

Cronaca

Caltagirone, uccide la compagna: "Sono stato colto da un raptus"

commenti |

Femminicidio la notte scorsa a Caltagirone, nel catanese. Un uomo di 53 anni ha accoltellato la convivente 47enne e poi si è costituito nella caserma dei carabinieri confessando il delitto avvenuto nella loro casa dove la coppia viveva da sola. 'Oscuro' ancora il movente, ma l'uomo avrebbe detto di essere stato colto da un raptus omicida.

Solo ieri la vittima, Patrizia Formica, aveva postato su Facebook delle foto di loro due, abbracciati, in compagnia di altre due coppie e la scritta: "Noi insieme appassionatamente". E' l'ultimo post pubblicato nella tarda serata di ieri, prima di essere uccisa nella notte dal suo compagno Salvatore Pirronello. Nella foto i due sono in campagna, abbracciati, in compagnia di altri quattro amici, con cui hanno trascorso la domenica.

Nulla faceva presagire quanto accaduto. In mattinata, prima della scampagnata di ieri, Patrizia Formica aveva scritto, sempre su Facebook, sui cui era molto attiva: "Buongiorno a tutti. Fuori piove, e chi se ne frega, io ho il sole dentro, le persone che Amo sono accanto a me può anche arrivare il diluvio io mi sento al sicuro. Buona domenica a tutti". E poi altre foto e video con su scritto: "Noi insieme, bellissima domenica".

Nella notte la tragedia. La donna non si sarebbe accorta di quanto stava per accadere. La coppia viveva insieme da alcuni anni, entrambi uscivano da matrimoni finiti con la separazione. La donna aveva avuto due figli che non vivevano con lei. Pirronello aveva un precedente penale per rapina, per un reato commesso quando aveva 17 anni.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.944

Anno XXXVII n° 18 / 18 ottobre 2018

UNA FAMIGLIA SPECIALE

La famiglia speciale di Susanna e Tarcisio, che hanno accolto in casa Lucio e Antonio, gemelli cerebrolesi, Linda, neonata disabile, Eleonora, Manuela e Marco, facendoli diventare loro figli. Nonostante ne avessero già quattro…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×