28/05/2018variabile

29/05/2018possibile temporale

30/05/2018possibile temporale

28 maggio 2018

Cultura

'Camminare' sull'acqua, inaugurata la passerella di Christo sul lago d’Iseo

commenti |

"E' davvero una grande emozione, sono molto soddisfatto del risultato, che è il frutto della collaborazione di tutte le istituzioni, per garantire anche la sicurezza alle centinaia di migliaia di persone che verranno a camminare sull'acqua". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni da Sulzano (Brescia) a 'The Floating Piers - The Opening', evento organizzato con le istituzioni locali in occasione dell'apertura dell'opera realizzata dall'artista bulgaro Christo sul lago d'Iseo.

 

"E' una grande sfida, vinta grazie alla collaborazione di tutti e alla passione. Partiamo da qui - ha esortato - ritengo questo evento un inizio. Non finirà il 4 luglio. Dal 29 maggio abbiamo dato il via all''Anno del Turismo lombardo' e 'The Floating Piers' rientra appieno nello spirito della nostra iniziativa, che è appunto quello di valorizzare al massimo il nostro patrimonio, le nostre bellezze naturali, i luoghi di cultura, le nostre bontà gastronomiche".

 

"Fa parte del mondo dell'arte, anche questa è arte, che è anche improvvisazione ed è bello per questo - ha risposto Maroni a chi gli chiedeva un commento sulle incertezze della vigilia per l'apertura dell'opera - è una realizzazione straordinaria, unica al mondo, un biglietto da visita eccezionale per la Lombardia. E la Regione vuole investire sulle bellezze della Lombardia, valorizzando molto più di quanto non sia stato fatto finora questi posti unici e oggi è possibile grazie a Christo. Questa è la porta di ingresso per l''Anno del Turismo - ha concluso - mostriamo a tutto il mondo quanto è bella la Lombardia".

 

Ma è stata anche una giornata intensa per il personale sanitario del 118: ci sono stati infatti due feriti gravi e oltre 40 interventi. Due persone sono rimaste gravemente ferite in un incidente e sono state trasferite in codice rosso all'ospedale. Per soccorrerle è stato necessario l'intervento dell'eliambulanza. Per il resto, secondo quanto riferisce l'Areu, si è trattato di codici di minore gravità.

 

VEDI LA GALLERY

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.936

Anno XXXVII n° 10 / 24 maggio 2018

VI RACCONTO UNA FAVOLA. LA MIA

La strada verso Iasi. Abbandonata alla nascita in Romania, Georgiana viene adottata a 7 anni da un imprenditore di Vittorio Veneto e dalla moglie. Poi il padre muore, e lei parte alla ricerca delle sue origini…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×