17 ottobre 2019

Montebelluna

Cane annega nel canale, l’immagine su Facebook fa scoppiare la polemica

La famiglia aveva richiesto aiuto per cercarlo. Ritrovato morto con le zampe legate

commenti |

commenti |

MONTEBELLUNA Un’immagine di un cane morto, appena tirato su da un canale con le zampe posteriori legate è rimbalzata sul web ieri sollevando un sacco di polemiche, invocando addirittura la morte di chi poteva essere stato così crudele da legarlo e poi gettarlo in acqua.

In realtà, forse, il cucciolo di labrador di alcuni mesi, Django, era finito da solo in un canale a Montebelluna, dove viveva coi proprietari, per essere poi trascinato della corrente fino ad una griglia in via Papa Sarto a Vedelago, dov’è stato recuperato da degli addetti del Comune quando ne è stata segnalata la presenza.

 

La corda che si vede in foto, com’è stato appurato in seguito, è quella utilizzata dai tecnici comunali per il recupero. L’immagine, però, è finita poi sul web scatenando appunto un mare di polemiche, immaginando che qualcuno l’avesse legato e poi soffocato in acqua di proposito.

La famiglia aveva lanciato nelle ore precedenti un appello via Facebook in cui pubblicava una bella foto di Django vivo, in cui chiedeva aiuto per ritrovarlo. Era sparito a Montebelluna, poi purtroppo è stato trovato senza vita Vedelago.

Accertato che non era stato legato da qualche aguzzino, qualcuno si è pure scusato, sempre via Facebook, rettificando post precedenti in cui se la prendeva con l’ipotetico responsabile di tanta crudeltà.

 

Il dubbio su come sia finito in acqua comunque rimane. Da solo? Gettato in acqua quand’era ancora vivo? Oppure da qualcuno che possa averlo investito e poi essersene sbarazzato facendolo finire nel canale?

 

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×