15 novembre 2019

Castelfranco

Card in via Montebelluna, ecco come sarà

Le immagini del nuovo progetto

Matteo Ceron | commenti |

immagine dell'autore

Matteo Ceron | commenti |

CASTELFRANCO – Il Comitato frazionale di Sant’Andrea oltre il Muson è contrario al nuovo Centro di raccolta rifiuti in via Montebelluna, ma dal Comune arrivano rassicurazioni sul progetto. A detta del sindaco Luciano Dussin, che replica ai timori espressi dai referenti del comitato, non inficerà il valore dei terreni vicini e non metterà in crisi la viabilità della zona.

«Bisogna capire di cosa si parla – afferma il primo cittadino - Qualcuno ha fatto disinformazione parlando di discarica e arrivo di traffico insostenibile, quando invece serve alle famiglie delle due frazioni».

Nell’articolo che apparirà nel prossimo notiziario del Comune si spiega come sarà il progetto (nelle immagini).

«Il terreno più idoneo per la costruzione del Card – si legge - è stato individuato nella zona compresa tra via Montebelluna e via Priuli, alla periferia delle frazioni di Treville e Sant’Andrea, su lotto già individuato dal Prg come zona artigianale, servito da sotto-servizi indispensabili quali la fognatura pubblica. La scelta è ricaduta su tale sito dopo che l’attuale Amministrazione ha preso atto della sopraggiunta indisponibilità di quella precedentemente individuata, optando per un terreno peraltro di proprietà comunale».

Il Comitato frazionale teme appunto che il traffico aumenti. «Sentite alcune osservazioni che hanno immaginato aumenti di traffico conseguenti a queste scelte – prosegue - deve essere chiarito che questo servizio sarà utilizzato quasi esclusivamente dalle famiglie di Sant'Andrea e Treville, in quanto, la zona nord-ovest comunale avrà a breve la disponibilità di un nuovo Card da realizzarsi in prossimità dei confini con Castello di Godego.

Devono essere valutati invece i benefici che interesseranno questi cittadini finora costretti per recarsi a Salvatronda. Con l’occasione verrà rivisto, su progetto del Consorzio Tv3, l’attraversamento della pista ciclabile in modo da renderla più sicura rispetto all’esistente. Nel futuro della stessa zona, con il nuovo Piano Urbano del Traffico  si provvederà ad un ulteriore miglioramento della viabilità con la costruzione di una rotatoria tra via Montebelluna e via Priuli e con l’arrivo di una bretella di collegamento tra via Montebelluna e via Ca’ Rossa verso la tangenziale Sud-Ovest».  

 



foto dell'autore

Matteo Ceron

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×