16/08/2018quasi sereno

17/08/2018sereno

18/08/2018quasi sereno

16 agosto 2018

Italia

Carfagna insultata in un market di Roma

Pdl: "Fermiamo questo clima d'odio"

commenti |

ROMA - Insulti all'indirizzo della deputata del Pdl ed ex ministro Mara Carfagna. E' successo ieri in un supermercato del centro di Roma, a due passi dalla Camera dei Deputati. Un episodio che ha sollevato l'indignazione del Popolo della Libertà e nello stesso tempo la preoccupazione per l'escalation di casi contro i rappresentanti politici del nostro Paese. "Non si può più restare impassibili" di fronte a questo clima aggressivo è l'urlo dei pidiellini.

Carfagna, presa a male parole da due persone in un market capitolino nella zona di via del Tritone, ha chiesto l'intervento dei carabinieri che hanno cercato di individuare, senza esito, i responsabili dell'aggressione verbale. La vicenda si va ad aggiungere alle altre contestazioni che hanno preso di mira, in due diversi ristoranti di Roma, prima Dario Franceschini, esponente Pd e ministro per i Rapporti con il Parlamento, poi l'ex governatrice del Lazio Renata Polverini.

Proprio Polverini, nel coro pidiellino di solidarietà per Carfagna, denuncia: "ogni violenza o minaccia, anche verbale, deve essere perseguita se non vogliamo far crescere nel Paese un clima di intolleranza che non ci fa onore".

Le fa eco Renato Brunetta secondo il quale "la violenza verbale, l'intolleranza, la demonizzazione a prescindere stanno diventando un'abitudine, una cattiva abitudine. Chi infiamma le piazze, chi alza i toni, chi insulta con disprezzo, dovrebbe riflettere e farsi un accurato esame di coscienza. Non è più possibile andare avanti in questo modo, l'Italia e gli italiani non meritano questo clima".

Va oltre Nitto Francesco Palma riscontrando che la "vile" aggressione a Carfagna "è diretta conseguenza della campagna di odio nei confronti del Pdl e delle sue più importanti protagoniste, oltre che, purtroppo, delle donne di questo Paese". Un fatto "inaccettabile e indegno", come quello accaduto a Brescia, "due facce della stessa medaglia". "E' ora di finirla. Ci auguriamo - continua il presidente della Commissione Giustizia del Senato - che le istituzioni facciano sentire la loro ferma voce di condanna di questi episodi, a partire dalla Presidente della Camera Laura Boldrini".

Anche per Angelino Alfano l'attacco a Carfagna "è l'ulteriore, gravissimo, segnale di un clima di odio, alimentato da cattivi maestri e da un residuo di grumi ideologizzati"; nessuna meraviglia, secondo Mariastella Gelmini, "se le piazze e i cittadini reagiscono in questo modo" quando "dietro a loro ci sono personaggi che fomentano l'antipolitica rendendo il clima avvelenato''. Mentre per il sindaco di Roma Gianni Alemanno, è certo che gli autori degli insulti, "al momento ignoti", sono "veri e propri vigliacchi".

(Adnkronos/Ign)

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

immagine della news

15/11/2017

Insulti a Bebe, c'è un indagato

Nei guai un 50enne di Preganziol: sarebbe stato individuato dopo le indagini dei Carabinieri iniziate lo scorso giugno

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×