26/09/2017sereno

27/09/2017quasi sereno

28/09/2017velature sparse

26 settembre 2017

Treviso

Caserma Serena: 5 scuole illustrano l'offerta formativa ai profughi

I rappresentanti degli istituti scolastici trevigiani hanno incontrato 260 giovani del centro di accoglienza

Isabella Loschi | commenti |

TREVISO - L’ex caserma Serena giovedì mattina ha aperto le porte alle scuole della provincia per far conoscere l’offerta formativa ai giovani richiedenti asilo che vivono all’interno del centro di accoglienza e vogliono iscriversi a scuola. All’iniziativa, hanno partecipato 5 istituti scolastici trevigiani rappresentati da 10 docenti: Mazzotti, Palladio, Turazza, Giorgi, Fermi. Ogni scuola, con i suoi insegnati e referenti, ha illustrato l’offerta formativa, con l’aiuto di mediatori ed interpreti ,e l’offerta formativa.

I richiedenti asilo si sono dimostrati curiosi ed entusiasti di poter conoscere le varie opportunità scolastiche ed hanno preso appunti durante le spiegazioni per non perdere le informazioni fornite. Alcuni si sono presentati, raccontando le esperienze scolastiche e lavorative pregresse e progettando con docenti e mediatori il loro futuro.

Questa iniziativa di orientamento scolastico si inserisce nel quadro delle attività proposte dalla Prefettura di Treviso, con la collaborazione del Cpia di Treviso e di Nova facilità, l’ente gestore della Serena, per la promozione della formazione scolastica e del successivo inserimento lavorativo. Già circa 200 studenti del centro di accoglienza, studiano con impegno e stanno partecipando a corsi estivi di potenziamento e al termine della presentazione delle scuole altri 260 ragazzi hanno aderito ai percorsi scolastici proposti. Buona anche la partecipazione delle donne interessate ai corsi per operatore dell’abbigliamento, operatore benessere e acconciatura oltre ai corsi di italiano e scuola media.

Su indicazione della Prefettura di Treviso, Nova Facility ha avviato contatti con gli istituti scolastici per organizzare un’iniziativa analoga anche al centro di accoglienza “ex Caserma Zanusso” di Oderzo.

 



Isabella Loschi

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×