15 novembre 2019

Italia

Cassa integrazione, Fornero avverte: ''Un miliardo potrebbe non bastare''

commenti | (2) |

commenti | (2) |

ROMA - "Se riuscissi a destinare al finanziamento della cassa integrazione un altro miliardo di euro potrei dirmi soddisfatta, anche se c'è il rischio che possa non essere ancora sufficiente". Così il ministro del Lavoro, Elsa Fornero al Gr1, ha commentato l'allarme sulle risorse Cig rilanciato dal segretario della CgilSusanna Camusso. Pur facendo parte di "un governo in carica per l'ordinaria amministrazione", la Fornero ha sottolineato che " fino a quando sarò al ministero mi impegnerò con la massima dedizione a trovare almeno un po' di risorse che possano essere utilizzate per chi ha bisogno".

Fornero è poi tornata ad auspicare l'assenza di manovre per rifinanziare gli ammortizzatori sociali: "Non ci deve essere un'altra manovra: se riusciamo a ridurre ancora qualche spesa, possiamo trovare almeno un po' di risorse, noi certo non stiamo con le mani in mano".

Ma su questo punto è fondamentale il contributo delle forze politiche in Parlamento e, ha ammesso il ministro, "qualche volta l'impressione è un po' negativa". Le forze politiche, ha concluso, "mi sembra che siano ancora molto concentrate su questioni più legate ai partiti e alla loro stessa esistenza ed evoluzione piuttosto che ai problemi del Paese''.

Fornero ha convocato per domani, a quanto si apprende, sindacati e imprese sul''andamento degli ammortizzatori sociali in deroga. Al tavolo, convocato alle 16, saranno presenti, tra gli altri, Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Confindustria e Rete imprese Italia.

Sempre domani Cgil Cisl e Uil scenderanno in piazza, davanti al Parlamento, per sollecitare il rifinanziamento della cassa integrazione in deroga. L'appuntamento è a piazza Montecitorio con i comizi dei leader Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti dalle 9,30.

(Adnkronos)

 

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×