22/09/2017quasi sereno

23/09/2017parz nuvoloso

24/09/2017temporale e schiarite

22 settembre 2017

Castelfranco

Castelfranco, gatta gettata via coi suoi cuccioli in uno scatolone sigillato

Hanno rischiato di finire al macero. Egizia è stata affidata all’Oipa di Treviso ed ora ha una nuova casa

Matteo Ceron | commenti |

CASTELFRANCOGettati via come un rifiuto, all’interno di uno scatolone sigillato con del nastro adesivo. È capitato ad una gatta ed ai suoi tre cuccioli a Castelfranco. E solo per caso gli operatori addetti alla raccolta della carta si sono resi conto della loro presenza.

Ne dà notizia l’Oipa di Treviso, nella sua pagina Facebook, dove racconta anche che ora la gattina, chiamata Egizia, ha trovato una famiglia.

 

“Egizia è stata abbandonata insieme ai suoi tre cuccioli in discarica a Castelfranco, all’interno di in uno scatolone sigillato dal nastro adesivo – si legge -. Se gli operatori intervenuti la mattina, per lo smaltimento della numerosa carta abbandonata, non si fossero accorti di loro sarebbero finiti al macero. Da lì è partita la sua ‘avventura’ con noi e con Elena che ha offerto uno stallo temporaneo nel suo negozio a Vicenza fino ad adozione. E così ieri, dopo aver salutato i suoi cuccioli è partita per una nuova destinazione con un grosso e importante incarico… far parte a tutti gli effetti di una famiglia. Da sempre sosteniamo che gli animali abbiano una sensibilità e un’intelligenza sovrannaturale e sappiano percepire ogni sfumatura della vita di una persona che nemmeno la persona stessa conosce”. 

 

“Lo vedete anche voi – si legge ancora - quel meraviglioso sorriso che la nostra Egizia è riuscita a sprigionare in chi condividerà tutte le giornate con lei? Un grazie di cuore a Daniela e al marito che hanno accolto questa creatura nella propria vita”.

 

 

 



Matteo Ceron

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

immagine della news

26/08/2016

Gatti in trappola

Finisce nella tagliola Black, gattone sterilizzato e innocuo

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×