24/10/2017sereno

25/10/2017velature sparse

26/10/2017sereno con veli

24 ottobre 2017

Esteri

Cibo avvelenato in campo profughi a Mosul: 2 morti, 827 intossicati

commenti |

E' di due morti e 827 persone intossicate il bilancio di una maxi intossicazione militare registrata ad Hasansham U2, uno dei campi profughi allestiti per i civili in fuga da Mosul, nel nord dell'Iraq. Lo ha riferito la Mezzaluna rossa irachena, secondo la quale hanno perso la vita una bambina di sei anni e una donna.

L'allarme è scattato ieri sera dopo l'iftar, il pasto che al tramonto rompe il digiuno durante il mese sacro di Ramadan. I pasti erano stati cucinati da un ristorante di Erbil e distribuiti da un'organizzazione caritatevole del Qatar. Oltre 200 persone sono state ricoverate in ospedale per forti dolori allo stomaco e vomito.

"Unhcr è estremamente preoccupata per gli eventi accaduti nel campo", ha commentato in una nota l'agenzia Onu che si occupa dei rifugiati. La polizia ha aperto un'inchiesta su quanto successo. Il campo profughi, aperto dall'Unhcr a maggio, si trova a circa 30 chilometri a est di Mosul e ha la capacità di accogliere 9mila persone.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×