21/11/2017foschia

22/11/2017quasi sereno

23/11/2017variabile

21 novembre 2017

Ciclismo

Ciclismo / Il tricolore Milani fa poker a Castelletto Cervo

Nuova affermazione questa domenica per il tricolore della Zalf Euromobil Desirée Fior di Castelfranco

Altri Sport

CASTELLETTO CERVO (BL)- Milani, ancora lui. Il Tricolore d’Italia Elite, Gianluca Milani (Zalf Euromobili-Desirèe-Fior) la spunta su Leonardo Bonifazio (Team Colpack) e Giamarco Begnoni (General Store-bottoli-Zardini) che completa il podio di questa 50° edizione della Targa Comune di Castelletto Cervo.

Per Gianluca Milani si tratta della quarta vittoria: "E’ stata anche una vittoria dell’esperienza che ho maturato in questi anni di attività ad alti livelli nella categoria e considerando l’importante lotto dei partenti, ad iniziare dal Tricolore U23 Matteo Moschetti".

La corsa è scattata con 161 corridori in gruppo in rappresentanza di 21 squadre tre delle quali straniere.

Si pedale subito al ritmo dei 50 kmh per pedalare sul primo tratto in linea lungo km. 67,5 tra le risaie disseminate su queste campagne del biellese e del vercellese con Alessandro Covi (Colpack) che riesce ad avvantaggiarsi portando con sé Moreno e Tarozzi della Beltrami con Riva (Palazzago), leggerissimo il vantaggio ed il gruppo chiude dopo qualche chilometro.

Poi è la volta di un otto volante a tentare l’avventura, Morandi (Mendrisio), Moschetti, Imerio e Damiano Cima (Viris), Tomio (General Store), Mozzato (Zalf) e Sartor (Colpack) e Affaticati (Overall) che metteranno tra lo e gli inseguitori un vantaggio massimo di circa 45 secondi, gap che manterranno per una ventina di chilometri prima di rientrare nei ranghi.

Intanto i traguardi volanti li vincono Tomio (General Store); Marchetti (Zalf) e Covi (Colpack) e, all’inizio del primo dei due ultimi giri del circuito tracciato tra Castelletto Cervo, Buronzo e Lessona, il ricongiungimento del gruppo rimette tutto in discussione.

I TV previsti in questa seconda parte del circuito vanno a Milani (Zalf), Imerio Cima (Viris) e Calderaro (Zalf) mentre tra gli attaccanti si distinguono Pasquale Abenante (General Store), Calderaro (Zalf), Moggio (Cipollini) e Stefano Oldani (Colpack) ma, quando si viaggia sul filo dei 50 kmh è difficilissimo fare la differenza e, la conclusione allo sprint diventa quasi obbligata.

Il resto lo fanno i corridori sullo strappetto che conduce all’arrivo dove emerge decisamente anche l’esperienza come dichiarato ai piedi del podio il Campione d’Italia Elite, Gianluca Milani.

ORDINE D’ARRIVO: 1. Gianluca Milani (Zalf Euromobil-Desirèe-Fior) km. 138 in 2h56’ media kmh 47,045; 2. Leonardo Bonifazio (Team Colpack); 3. Gianmarco Begnoni (General Store-bottoli-Zardini); 4. Nicolò Rocchi (Zalf Euromobili-Desirèe-Fior); 5. Imerio Cima (Viris Maserati-L&L); 6. Matteo Moschetti (Viris Maserati-L&L); 7. Federico Sartor (Team Colpack); 8. Daniele Cazzola (Cipollini Iseo Serrature Rime); 9. Uladzmir Harakhavik (Blr-Overall Cycling Team); 10. Nicolas Dalla Valle (Team Colpack).

 

Commenta questo articolo


Le società Sportive

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.925

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×